Commenti
  1-4/4  
Paolo 1
20 maggio 2009 0:00
Come ho appena scritto, ci sono esenzioni di tasse etc, ma le fanno pagare a quelli che ufficialmente sarebbero i meno meritevoli, con una maggiorazione sulla seconda rata.
Paolo
non raccomandata
20 maggio 2009 0:00
G1... quanto sbagli! lascia perdere le statistiche! o non hai frequentato una universita o se dall'altra parte della barricata! altrimenti non parleresti cosi! mi sbaglio?
G1
19 maggio 2009 0:00
Ti sbagli...in Italia la "bontà" di un università è espressa dal tasso di studenti laureati in corso e non, come in america, dalla carriera post lauream dell'ex studente; inoltre Paolo1 si dimentica di dire che talune classi (diversamente abili, orfani, più o meno indigenti...) hanno l'esenzione dalle tasse universitarie e per i meritevoli ci stanno le borse.
non raccomandata
19 maggio 2009 0:00
purtroppo non capitera mai in italia! lo vorrei anche io! hai dimenticato di mettere in cont anche che spesso si decide di non far passare gli esami a piu di un tot di studenti al giorno e se quel giorno ci sono i raccomandati che devono passare per forza, automaticamente vengono bocciati altri senza nemmeno dar loro una possibilita! e una questione di numeri!!! e cio significa prolungare la durata del corso per i non raccomandati che coincidono poi con i meno facoltosi! e qui mi riaggancio al tuo discorso! insomma, e un cane che si morde la coda! e quante ne ho viste di cose cosi nella mia universita di merda!
Commenti
  1-4/4