Commenti
  1-17/17  
per Breakbll
3 agosto 2006 0:00
Difficile in poche parole una spiegazione adeguata. Una spiegazione "rapida" la trovi nei vangeli dove è palese che i peggiori nemici di Gesù sono stati gli uomini religiosi del tempo, con i loro riti, con i loro digiuni ed i loro sacrifici, peraltro mai richiesti da Gesù. Gesù non è venuto a modificare la religione, ma ad abolirla, per questo la definizione di fede come quella che ti ho dato. Non a caso Gesù è morto in croce per mano dei romani, ma su condanna della Chiesa del tempo. Ti sei mai chiesto perchè? Per questo ho riportato in breve la parabola del Samariano. Per questo sono convinto che oggi se Gesù tornasse lo ammazzeremmo molto prima e con molta più censura..... a proposito lo sapevi che persino S. Francesco 40 anni dopo la sua morte (e la morte di chi lo aveva conosciuto) è stato censurato? Hai mai sentito parlare della reclusione di S. Francesco, prima di divenire frate,(per un anno, altro che le crociate!!) preso il carcere di Perugia e ti hanno mai spiegato perchè? Non smettere di cercare, finchè cerchi puoi trovare risposte.

Wpro153
Breakbll
2 agosto 2006 0:00
Originariamente inviato da Simona
Come può la Chiesa aver dimenticato di portare la speranza a coloro che sono considerati gli ultimi? Che sono le fandonie su conversioni, riti e spiritualismo utili solo ad una cappa funzionale per rendere l'uomo schiavo?



Scusa, ma leggendo e rileggendo sta frase non ho capito proprio il senso...
Si può chiedere all'autore, wpro153, se la semplifica paro paro ?
wpro153
1 agosto 2006 0:00
La religione è quello che l'uomo deve fare per la divinità, la fede è quello che Dio fa per l'uomo. C'era un ebreo che saliva a Gerusalemme e venne aggredito dai briganti. Passa un sacerdote e poi un levita, entrambi uomini religiosi del tempo che salivano a Gerusalemme dopo giorni e giorni di riti di purificazione e per non divenire impuri (perdere la possibilità di entrare in contatto con la divinità) tirano dritto pensando di fare la volontà di Dio. (quanta gente si fa oggi saltare in aria insieme ad altri pensando la stessa cosa!). Passa infine un samaritano (dare del samaritano a qualcuno equivaleva anche a 20 frustate ai tempi: vi era grande inimicizia tra samaria e il popolo ebraico ai tempi) che invece ebbe "compassione" (il termine compassione indica l'azione di DIo) che invece, trascurando la Religione ed i suoi precetti si occupa del malcapitato come siamo, incurante del fatto che potesse o meno commettere colpe agli occhi degli uomini.

E se Dio fosse contro la Religione?

A proposito degli omosex (di cui non faccio parte e che non condivido), non ricordate che già ai tempi lo stesso Gesù veniva accusato di essere un beone che mangiava (=condivideva il cibo) con prostitute e peccatori?

Come può la Chiesa aver dimenticato di portare la speranza a coloro che sono considerati gli ultimi? Che sono le fandonie su conversioni, riti e spiritualismo utili solo ad una cappa funzionale per rendere l'uomo schiavo?

Eppure il Samaritano, il peccatore, il "nemico odiato", incurante delle regole della religione è quello che alla fine compie la volontà del Padre.

Tutta la rivelazione mostra un Dio innamorato della sua creazione, che si pone al di sotto le sue creature (uomo e donna), per alzarle al suo livello e non un Dio posto in alto lontano da noi.

Questa è la mistificazione più grande.

Wpro
Claudio
31 luglio 2006 0:00
umh umh umh
Andrea 37 anni
27 aprile 2006 0:00
Caro Alex,
ho già espresso, spesso, la grande stima che ho di te e del tuo modo di affrontare argomenti e discussioni, ho sempre apprezzato il fatto che fossi sempre alla ricerca di precisazioni e di vedere le cose dal punto di vista di cosa sarebbe giusto per tutti e soprattutto ciò che ti distingue spesso, dalla marmaglia che frequenta i forum, è la tua obbiettività e educazione.

Dico questo, non per adularti prima di criticare il tuo intervento, perchè quando critico qualcuno, che non condivido, espongo (non induco) la mia critica, ma diversamente mi piace elogiare qualcuno quando questo lo merita.

Ora essendo TU uno che utilizza il vocabolario, come molta gente dovrebbe fare e che invece non fa, ti inviterei ad andare a trovare i due verbi che riguardano il mio intervento sull'"indurre o esporre" e noterai che la differenza che tu non noti, in quanto dici essere la stessa cosa, è abissale, perchè, per quanto i miscredenti possano dire, la Parola di Dio è molto precisa nell' esprimere i concetti, e quello che ho scritto sul discorso di Dio, che non può indurre perchè chi induce è Satana, è Verità; altrimenti a cosa servirebbe avere due verbi identici con suoni diversi e significati diversi, verrebbero usati solo se il suono che emettono è armonioso con le parole che usi: dai pensiamoci un po'!

Ti faccio un semplice esempio:
Essere indotto (da qualcuno, costringere) alle intemperie del maltempo;

oppure,

essere esposto (non protetto, lasciato fuori) alle intemperie del mal tempo.

Se hai un buon vocabolario di latino avrai una più precisa etimologia della costruzione delle parole che costituiscono i due verbi sopracitati.

Sperando di aver dato buone indicazioni, mi auguro che tu non prenda questa mia risposta come un modo di mettermi a confronto con te perchè non ne ho nessuna intenzione, volevo solo precisare questa cosa e trovare una condivisione di pensiero.

E poi non voglio colpire nessuno, vorrei solo che la gente capisse che se uno crede ad un Dio, quel Dio, deve anche conoscerLo per quello che è, attraverso la conoscenza della Sua Parola, che ci ha fatto arrivare fino ai nostri giorni, nonostante le difficoltà incontrate nei secoli, senza affidarsi a chi insegna cose che non sono conformi a ciò che Dio insegna nella Sua Parola e volontà, perchè se chi la conosce veramente comincia a leggerla senza avere in testa i falsi insegnamenti cattolici comincerebbe a vederne le incongruenze con la dottrina cattolica.

Io l'ho fatto, con quel libro uscito con famiglia cristiana un anno fa, fatto dal papa nuovo "Il Catechismo della chiesa cattolica" confrontato con il Vangelo si nota che è un ricettacolo di falsità e bugie, esagerato: provare per credere.

Andrea 37 anni.
Alex
23 aprile 2006 0:00
Andrea 37 anni, e' chiaro che "non ci indurre" e "non ci esporre" sono esattamente la stessa cosa: sei tu che non vuoi capire,vuoi colpire la Chiesa acriticamente.
Andrea 37 anni
22 aprile 2006 0:00
Alla fine del Padre Nostro la Bibbia riporta il verso "NON CI ESPORRE ALLE TENTAZIONI" e non "non ci INDURRE in tentazione" in quanto Dio non può indurre in tentazione, Satana induce in tentazione.

L'ignoranza è anche di chi blasfemicamente si firma con il nome di Gesù che significa "Dio salva" e non ignoranza su Dio e la Sua Parola.

Credenti cattolici ignoranti è ora di svegliarvi.
puntualizzatore
22 marzo 2006 0:00
aggiungi caro autore del forum... e dei DIESSE
lalla
21 marzo 2006 0:00
ma del suo processo in america non ne parla all'angelus?
ma chi se ne fotte
21 marzo 2006 0:00
di Antonino e dei suoi investimenti su Parmalat!
cazzi tuoi mettiti i soldi sotto il materasso.
Simona
21 marzo 2006 0:00
E' giunto il momento della "Veritas" ...

Cosa sarebbe successo nel mondo se avessero permesso ai due fratelli Kennedy di fare i Presidenti degli Stati Uniti d'America?

Il mondo sarebbe stato più giusto e più bello..
Com'è la canzone di John Lennon? ... "Immagine for people" ect ect.. Chi sà la canzone, la canti perchè è giunto il momento della "Veritas" ...

Come sarebbe il mondo adesso, se avessero permesso ai Kennedy di cambiare le regole del mondo? .. di questo mondo che ci ritroviamo ottuso, bigotto, e molto avido?

Che sogno sarebbe stato se alle persone giuste gli avrebbero consentito di tracciare le linee di giustizia per tutti gli esseri che popolano questo spendido pianeta chiamata TERRA.. linee tracciate per il bene comune in cui la parola "COMUNISMO" fa solo paura a chi nell'animo è veramente "avido".

E' giunto il momento di "Veritas" che sulle note di John Lennon "Immagine for people.." avanza per portare luce sulle tenebre..

Avanza "Veritas" io sono con te!! ..
Gesù
16 marzo 2006 0:00
Miei fedeli, Preghiamo:

Padre Nostro,
che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra,
dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti,
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male,
AMEN
Antonino
8 marzo 2006 0:00
Imbecille di un Luca illuminati da solo e leggi qua sotto!!!


8 Marzo 2006
PARMALAT E TANZI

Roma, 8 marzo 2006. Callisto Tanzi, "patron" della Parmalat ha chiesto "perdono cristiano" per la nota vicenda che ha visto coinvolti circa 100mila risparmiatori in un crack finanziario da 14 miliardi di euro (circa 27 mila miliardi di lire). Chi vuole, ovviamente, puo' far propria la supplica di Tanzi. Noi ci accontentiamo semplicemente delle scuse e della restituzione del maltolto. Sappiamo che l'attuale Parmalat non ha i soldi, ma sappiamo anche che i denari li hanno le banche coinvolte nell'operazione. Nel frattempo dobbiamo costatare che, a piu' di tre anni di distanza dal crack, il bilancio e' il seguente:
- i piccoli azionisti non rivedranno un euro;
- gli obbligazionisti potranno recuperare una parte molto modesta del proprio credito in azioni della nuova Parmalat;
- i processi penali sono solo all'inizio e, viste la numerosissime parti in causa, si prospettano particolarmente lunghi;
- anche la Class Action negli Stati Uniti, che l'Aduc aveva per prima appoggiato in Italia, sta avendo tempi molto lunghi e un iter poco trasparente;
- a seguito dell'approvazione del concordato le banche, cioe' i principali co-artefici del crack, sono diventate i principali azionisti della nuova Parmalat. Come al solito il cerino ha bruciato le dita, e i soldi, del risparmiatore.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

----------------------------


Trai tu le giuste conclusioni se ne sei capace. PIRLA!!!
PAOLA
7 marzo 2006 0:00
C'è da avere paura sul serio!!
Luca
7 marzo 2006 0:00
CLAUDIO illuminaci tu grande imbecille!
NESSUNO
7 marzo 2006 0:00
Per Rispetto: criticare l'operato di chiunque (comprese le santità del Papa e del Dalai Lama)non è mancanza di rispetto.
Per Claudio: non capisco dove vuoi andare a parare. Chiarisci meglio il tuo pensiero. Non mi sembra assurdo indicare il terrorismo, la povertà e la proliferazione delle armi come minacce
alla pace. Il problema è che poi il papa non passa dalle parole ai fatti. Se mettesse davvero su queste cose l'impegno che mette per dare addosso agli omnosessuali forse sarebbe più credibile. Ma questo lo sto dicendo io e non tu. Tu che volevi dire?
Rispetto
6 marzo 2006 0:00
Solo rispetto per Santo Padre da parte dei credenti e non !
Commenti
  1-17/17