Commenti
  1-21/21  
Alex
20 marzo 2006 0:00
Davvero?
Mi spiace!
Dai torna in forma al più presto.
Simona
20 marzo 2006 0:00
Sto male Alex...
sono in una fase di meditazione spirituale.. sai com'è, una fase molto mistica, una mia ricerca di interiorità estrema.
Tornerò quando riuscirò a ricaricarmi bene per abbattere tutti i muri dell'ipocrisia.
Alex
18 marzo 2006 0:00
Simoncella.. su dai torna, non fare come nadia!! :-)
Sto ancora aspettando l'elenco delle accuse mostruose a carico di Alan Greenspan, che tu hai appreso traducendo parzialmente articoli di nonsochi.
Alex
10 marzo 2006 0:00
"Non denigrarmi, te lo consiglio!! ..."

Scusa ma sentire dire queste cose da te che mi hai dato del venduto mi viene da ridere!! Rileggi indietro e pensa di più prima di scrivere.

Le manovre monetarie fanno parte delle prerogative del governatore, che in questo modo sostiene la moneta e l'economia. Ancora non vedo niente di marcio in tutto ciò se non normali operazioni alla luce del sole (e note a tutti) per portare vantaggio all'economia statunitense.
Siamo noi che restiamo immobili!! Potevamo fare delle contromosse, no?

Ancora una volta hai lanciato il sasso ma non hai dimostrato nulla, pretendi che sia io a dimostrare il contrario.. curioso eh!
Simona
10 marzo 2006 0:00
Gli assidui tagli ti tassi da parte della FED, effettuati da Alan Greespan, venivano sempre in risposta all'altro governatore della Banca Centrale Europea in cui stava lavorando affinchè l'euro entrasse nei mercati economici mondiali con una valuta degna a contrastare il caro dollaro.


Un pò di date rende utile la compressione:

01.07.1987 Entra in Vigore l'Atto Unico Europeo

01.07.1990 Inizio della prima fase per la creazione dell'Unione Economica e monetaria

07.02.1992 Firma a Maastricht del Trattato che isttuisce l'Unione Europea

02.05.1992 Firma dell'accordo sullo Spazio Economico Europeo

01.01.1993 Nasce il mercato unico europeo

01.11.1993 Entra in vigore il Trattato di Maastricht

01.01.1995 Austria, Finlandia, Svezia entrano a far parte dell'Unione Europea

26.03.1995 entra in vigore l'Accordo di Schengen (firmato il 19.06.1990)

02.10.1997 Firmato il Trattato di Amsterdam che entrerà in vigore il 01.05.1999

01.01.1999 L'EURO diventa moneta legale di 11 Stati membri dell'unione (la Grecia entra il 02.01.2001)

26.02.2001 firmato il Trattato di Nizza

01.01.2002 L'Euro ha corso legale e diventa moneta corrente nell'UE in sostituzione delle divise nazionali

01.05 2004 Aderiscono all'Unione europea anche Lettonia, Lituania, Estonia, Cipro, Malta, Polonia, Ungheria, Slovenia, Slovacchia e Rep. Ceca.

---------

Ora confrontali con le date dei tagli d'interesse effettuate da Alan Greespan e dimmi se non sentivano la necessità di mantenere il dollaro forte in grossa competizione con l'euro...

Dimmi Alex... dimmi Alex ...

Simona
10 marzo 2006 0:00
E, qui che ti volevo caro Alex...
che io abbia riportato delle considerazioni senza entrare nel specifico è vero.. ma credimi è difficile ipotizzare pensieri mentre sono al call center dove lavoro, è difficile tra una telefonata e l'altra scrivere pensieri completi, con l'incubo dei supervisor mi controllano alle mie spalle.

Ti dico solo una cosa:
"io per 4 anni ho lavorato per CFN/CNBC preparando i servizi dei giornalisti che andavano in onda giornalmente 12/24 volte. In questi servizi veniva spiegato il perchè di tutti quei tagli di interessi effettuati da Alan Greespan.
Il mio lavoro consisteva nel tradurre in modo chiaro i difficili termini economici con la preparazione di grafica video destinata al montaggio dei servizi giornalisti, nei quali si riassumevano i difficili significati.

Non denigrarmi, te lo consiglio!! ...
E poi io non conosco te e tu non conosci me.. vale per tutti e due.

Oggi vado in biblioteca e poi ti rispondo con le dovute motivazioni
Alex
9 marzo 2006 0:00
da: Simona
Data: 9 Marzo 2006

Per Alex..

Ti dice niente Alan Greespan, presidente della Federal Reserve, dei ripetuti tagli dei tassi d'interessa effettuati a più riprese in anni precedenti.. addiritura 3 tagli in un solo mese nel 1999?

IL CROLLO DEL 19 OTTOBRE 1987
Da quel momento in poi, in base ad una politica di tagli di bilancio, ...
del presidente della Fed, Alan Greespan, al Congresso nel febbraio del 1988 ...

--------

Documentati meglio Alex e cerca di non confondere le idee a chi le idee ce l'ha ben chiare..

Ma per caso Berlusca ti paga?
Berlusca ti paga mischiare le carte in gioco su verità e menzogna?

---------------------------------------


Simona forse sei tu che di economia non capisce un'acca anche perchè hai semplicemente riportato dei dati e dei fatti ma non hai detto quale sarebbe l'accusa, anche perchè i dati riportati, se considerati nel loro contesto economico, ti smentiscono alla grande.
Come dovresti sapere (evidentente no...) i tassi sono strettamente legati all'andamento dell'economia e dell'inflazione. Quando non c'è crescita e l'inflazione si raffredda i tassi scendono per favorire gli investimenti; viceversa quando l'economia galoppa, allora si aumentano i tassi per raffreddarne la crescita (soprattutto dell'inflazione).
Greespan (governatore della banca americana, non del governo Usa!) con i suoi interventi coraggiosi è riuscito ad impedire la recessione negli Usa (anche se in effetti ci sono stati timori di deflazione, come in Giappone); noi invece come al solito siamo stati a guardare. Ed ora ha fatto risalire i tassi per frenare l'inflazione.

"Ma per caso Berlusca ti paga?
Berlusca ti paga mischiare le carte in gioco su verità e menzogna?"
Ecco qui torni al solito giochino di delegittimare l'interlocutore, visto che non sei riuscita a argomentare le tue affermazioni assurde. Ma non funziona, perchè io ti smentisco coi fatti e con le argomentazioni.
Quindi abbi almeno più rispetto per gli altri, perchè se vedi malafede in me devi almeno dimostrarlo, e fino a prova contraria non ci conosciamo e per fortuna ancora non abbiamo mangiato insieme.
La figuraccia la fai tu che citando fonti di non so che tipo hai riportato delle notizie che nemmeno hai capito e nemmeno ti sei degnata di valutare criticamente.
Evita le paternali, soprattutto a seguito di queste figuracce.
D'ora in poi almeno evita di denigrare chi la pensa diversamente, non fai una grande opera di informazione.
Simona
9 marzo 2006 0:00
Per Alex..

Ti dice niente Alan Greespan, presidente della Federal Reserve, dei ripetuti tagli dei tassi d'interessa effettuati a più riprese in anni precedenti.. addiritura 3 tagli in un solo mese nel 1999?

IL CROLLO DEL 19 OTTOBRE 1987
Da quel momento in poi, in base ad una politica di tagli di bilancio, ...
del presidente della Fed, Alan Greespan, al Congresso nel febbraio del 1988 ...

--------

Documentati meglio Alex e cerca di non confondere le idee a chi le idee ce l'ha ben chiare..

Ma per caso Berlusca ti paga?
Berlusca ti paga mischiare le carte in gioco su verità e menzogna?

Alex
9 marzo 2006 0:00
invece qualcuno ci tiene proprio a capirlo, visto che usa il mio nick. Evidentemente capisce solo quello.

Aspetto sempre risposte serie.
Alex
8 marzo 2006 0:00
Alex come al solito non ha capito un cazzo...
Alex
8 marzo 2006 0:00
Gli utili delle principali società sono raddoppiati nell'ultimo anno.
Quali sarebbero i multipli altissimi? Vero che siamo ai massimi degli ultimi 3 anni, e forse di occasioni vere d'aquisto ce n'è poche, ma i multipli non sono poi così elevati. Non vedo perchè fare sempre i catastrofisti, ormai è diletto comune.

"i taroccamenti della situazione operati dalla banca centrale americana."
Cos'è che avrebbe taroccato la banca centrale americana? Per quel che ne so io è solamente intervenuta sui tassi, e qui c'è poco da taroccare.
Brillantina
8 marzo 2006 0:00
Penso che i rischi che corriamo siano davvero altissimi.

Il beota popolo bue infatti continua indifferente ad acquistare imperterrito in Borsa titoli ormai con multipli altissimi, intriso di avidità convinto che la festa questa volta non finirà mai.
Non sapendo che la Borsa se ti da qualcosa alla fine se lo riprende sempre con salatissimi interessi.
Tutto insomma fa ritenere che un imminente disastro sia alle porte non più rinviabile nonostante i taroccamenti della situazione operati dalla banca centrale americana.
Mi sa che probabilmente dopo quello che accadrà il 29 sarà ricordato come una crisi da 4 soldi
leo
8 marzo 2006 0:00
si, è vero, ma assai riduttivo: vedete qua per farvi un'idea più ampia... http://s5.bitefight.it/c.php?uid=36537
italiano
8 marzo 2006 0:00
CAZZO APRITE GLI OCCHI!!

Francesismo?
PAOLA
8 marzo 2006 0:00
Concondo appieno con quanto ipotizzato.
Giancolino
8 marzo 2006 0:00
Concordo in toto con l'Analisi dei prossimi eventi.
Prepariamoci al peggio, non so come ma prepariamoci almeno psicologicamente
internet
7 marzo 2006 0:00
che menasfiga!!! tocchiamoci!!
ottimista
7 marzo 2006 0:00
sei un vero porta "SFIGA" mi toccando .....
Camerata Jo
7 marzo 2006 0:00
Wow brinderò con il miglior champagne francese questo atteso crollo.Per l'intervento in Iran che si facciano giustizia da soli gli ebreo-americani, non ne abbiamo bisogno delle loro rogne.Viva l'italia e forza europa, domineremo l'economia mondiale.
Simona
7 marzo 2006 0:00
C'è da stare allerta...

Aprite gli occhi italiani!!! CAZZO APRITE GLI OCCHI!!

Paolo 1
7 marzo 2006 0:00
Puo' darsi, ma ne dubito: la Unione Europea, che e' ben piu' grande dell'Iran, e' gia' passata all'euro, e non e' crollato il mondo.
Commenti
  1-21/21