Commenti
  1-5/5  
Progressista
9 maggio 2006 0:00
Luigi Cascioli, Giovanni di Gamala, Dan Brown e Maria di Magdala: che relazione hanno tra loro? La relazione è Gesù Cristo. Se Cristo non è mai esistito, come asserisce e dimostra in maniera storica il Cascioli, non è colpa di Cascioli al quale dobbiamo essere grati per averci aperto gli occhi. La colpa dell’invenzione spudorata di questo Cristo è di altri. Chi ha inventato questa favola? Cribbio, la Chiesa! La Chiesa dice che Cristo è esistito in carne ed ossa? Bene, nessun problema, è sufficiente che la Chiesa esibisca una prova “sto-ri-ca” ammissibile che Cristo è esistito. La prova - sia detto per inciso - deve essere “sto-ri-ca” e non di catechismo. Se così fosse sarebbe capace anche il mio lattaio a inventarsi che so il personaggio Crasto o Crosta e dire che è un personaggio esistito nato in un pollaio e costruirci attorno la sua religione e magari mettersi un lungo cappello in testa e diventare colui che fa da ponte a Crosta.

* * * * * * *

Oltre che non catetichistiche, le prove non devono basarsi sulle ignobili falsificazioni che gli antichi scrittori cristiani operarono sulle opere degli autori non cristiani, come ad esempio il famigerato "testimonium flavianum"!

Sono infiniti gli esempi di tali falsificazioni che, grazie allo studio di tantissimi dotti, sono stati portati alla luce. Alcuni di questi esempi non richiedono neppure una preparazione specifica per essere smascherati, ma solo il buon senso. Un esempio per tutti è rappresentato da Vangelo di Luca e dagli Atti degli Apostoli, che da oltre 18 secoli il clero insiste "giurando" che essi furono scritti dallo stesso Luca. Ebbene, mentre nel suo Vangelo Luca afferma (o questo si evince dallo scritto) che Gesù sarebbe "salito" in cielo nello stesso giorno in cui venne scoperta la tomba vuota, negli Atti degli Apostoli è riportato, sempre dalla stesso Luca, che Gesù salì in cielo dopo 40 giorni!

Questo fatto può sicuramente essere preso quale emblema per dimostrare il colossale inganno che è alla base delle origini del cristianesimo, tanto è palese e sfacciata la menzogna!

La tendenza ufficiale alla falsificazione dei documenti storici da parte dei rappresentanti della Chiesa è stata denunciata ufficialmente a tutto il mondo dallo studioso Lorenzo Valla, oltre 5 secoli fa. Egli scoprì, infatti, che la famigerata "Donazione di Costantino" fu un ignobile falso costruito per spingere il re Carlomagno ad occupare l'Italia, allora sotto i longobardi, per cederla di "diritto" al papato! Ecco a cosa è servita la religione cristiana: per arricchire papi, cardinali, vescovi e tutta una lunga pletora di "monsignori"!

A differenza di quanto sostiene il Cascioli, Gesù fu effettivamnete una figura storica. Dal momento che tale figura fu totalmente diversa nella sua realtà da quella propagandata truffaldinamente dal clero cattolico, lo stesso fu costretto a rimuovere tutte le ricorrenze delle citazioni di Gesù dalle opere degli scrittori noncristiani, in quanto troppo compromettenti per le menzogne confezionate dagli scrittori patristici o "padri della Chiesa" che dir si voglia!

In luogo di tali citazioni vennero inseriti passaggi spuri che gli studiosi di tutte le epoche hanno implacabilmente denunciato come falsi. Così, come è accaduto per la "Donazione di Costantino", anche per queste falsificazioni la Chiesa si è rifiutata ufficialmente di riconoscerle come tali, costringendo i suoi fedeli a passare per degli allocchi che si bevono qualunque panzana venga loro "scodellata"!

Da tutto ciò si evince che il mondo ecclesiastico, per fornire delle prove "convincenti" come auspicate da Ennio Montesi, dovrebbe rivelare al mondo verità inconfessabili e questo, probabilmente, non accadrà mai. Tutto l' "affair", dunque, è destinato a finire in un'asettica archiviazione del caso: senza vincitori nè vinti!


Progressista


"..la fede in Dio non aggiunge nè toglie nulla
alla dignità raziocinante degli uomini; la fede
nelle religioni li riporta al loro stato primordiale,
quando l'uomo era appena uscito dalla sua
primitiva condizione bestiale, per evolversi sino
alla stato attuale delle sue conoscenze."

Simona
3 maggio 2006 0:00
Si qualcosa è cambiato!

Tu pensa che Carnevale l'ho festeggiato con degli amici in una Chiesa (l'oratorio ovviamente) con un prete vestito da Renato Zero che cantava in un karaoki "Il triangolo No" ... ed altre canzoni.. si è pure messo a ballare il rockeroll.

Credo che la Chiesa sia veramente cambiata e sia diventata più libera mentalmente grazie a Papa Wojtyla.
L'unica cosa che si rischia è se il nuovo Papa Benedetto riesca a non distruggere quello che il suo predecessore gli ha lasciato in eredità morale.
Progressista
2 maggio 2006 0:00
da: NESSUNO
Data: 2 Maggio 2006

I vertici della chiesa cattolica devono avere proprio paura di questo romanzo e film. L'invito al boicottaggio del film è un'inversione di tendenza rispetto agli ultimi tempi. La chiesa non parlava più tanto dei film e dei libri che non le piacevano perché aveva scoperto che in pratica gli faceva una pubblicità gratuita.


Forse qualcosa è cambiato. Forse gli strateghi di casa vaticana si sono resi conto che le cose sono andate molto al di là del previsto e potrebbero portare ad un "imbuto" dal quale poi è impossibile risalire.



Progressista
NESSUNO
2 maggio 2006 0:00
I vertici della chiesa cattolica devono avere proprio paura di questo romanzo e film. L'invito al boicottaggio del film è un'inversione di tendenza rispetto agli ultimi tempi. La chiesa non parlava più tanto dei film e dei libri che non le piacevano perché aveva scoperto che in pratica gli faceva una pubblicità gratuita. La chiesa sconsiglia questo film? Chissà come è interessante. Corriamo a vederlo. Penso che sarà così anche questa volta con buona pace di tutti i monsignori che continuano a sottolineare la dottrina della fede e si sono dimenticati della fede, della pastorale e soprattutto dell'umanità.
Per uno che vede in Gesù un uomo serio e compassionevole e che ha detto cose interessanti che fanno riflettere per vivere bene non è importante se ha vissuto celibe o ha voluto bene a una donna e ci ha fatto dei figli insieme. Anzi, forse questa cosa qui lo può far sentire più vicino ai comuni mortali e avvicinarli ai racconti della sua vita che stanno nei vangeli canoniici e apocrifi.
Chiara
2 maggio 2006 0:00
oh! ma si tratta solo di un romanzo, eh!!
Commenti
  1-5/5