Commenti
|<   <- 1231-1260/3572 ->   >|
pinco pallo
3 dicembre 2008 0:00
Mi fanno davvero ridere gli imitatori e i demolitori del CESAP Nazionale.
Ma guardate le foto che pubblicizzano. Sono pagliacci a tutti gli effetti. Se quella è professionalità io da domani faccio il clown.
Dubbio
3 dicembre 2008 0:00
come mai una certa associazione che si denomina CESAP-Friuli nata, come afferma nel 2004, si presenta con le identiche parole con cui si presenta il CESAP Nazionale nato nel 1999?
Qualcuno che vuole cavalcare l'onda?
Io c'ho parlato e non mi piacciono affatto. Le imitazioni non mi piacciono.
@ madre
4 dicembre 2008 0:00
vai da uno psicologo
urca
3 dicembre 2008 0:00
Il caso Beberibe dimostra com'è possibile falsificare la realtà, anche se 'dimostrata' a proprio piacimento.
Che si vergogni insieme alle persone che ha abilmente circuito non da meno i suoi accoliti.
che ridere
3 dicembre 2008 0:00
Certo che se fosse confermato che il nostro Bebe che fa i sorrisetti al suo amato Leonardo Serni è sempre lei ovvero colei che per una carezzetta di suo fratello prostituirebbe il suo impegno civico di una vita ... che figuraccia.... Un'altra! Sarebbe l'ennesima nel giro di neanche un mese ...!

prima critica quelli che seguono le mode e vedono psicosette da tutte le parti ... dimenticandosi che una di queste personalità era proprio Martini dunque lei anche se ogni tanto se lo scorda ...

poi dice che la RDM non è cambiata quando lo conferma per iscritto l'interessata stessa nel suo blog nel caso non bastasse riflettere sul fatto che fino a ieri la RDM criticava introvigne e ora invece ci lavora assieme e ne condivide gli orientamenti che ieri criticava

ora la moltitudine che si da ragione da se' perchè non trova altro consenso all'esterno fatta eccezione del finto-Ribelle e qualche altro cip ciop dipendente ... LOL ... che ridere che mi fai Alessia ... se non ci fossi tu bisognerebbe inventarti ...
@ Beberibe
3 dicembre 2008 0:00
per curiosità ho chiesto a Serni se siete amici per fatti vostri su altri ambienti visto che dal 12 novembre, giorno in cui hai creato un tuo profilo, non mi pareva di aver visto molti scambi di post fra voi.

ha detto che non ti conosce e che si ricorderebbe se avesse dialogato con un nick come il tuo.

Allora, se non vi conoscete, perchè gli mandi i tuoi SMILE proprio come faceva Alessia Guidi che si sa ha sempre avuto una grande ammirazione per Serni e non perde occasione per ribadirlo?

Non sarai mica un po' Pinocchio/a quando affermi:

"e' la prima volta che intervengo su questo NG e non ho mai usato un'altra identita'"?
@Beberibe
3 dicembre 2008 0:00
ah si??? Ma davvero???? Interessante quello che ci racconti: "Mi sembra superfluo fare considerazioni su una statistica effettuata da "_UN_ gruppo di ricerca ..." ... La pubblicazione dei sondaggi e' stata regolamentata dall'Autorita' per le Garanzie nelle Comunicazioni con la Delibera n. 237/03/CSP e prevede che sia indicato: chi l'ha realizzato, il committente, criteri seguiti, il tipo di campione ecc. Quella pagina ha la stessa credibilita' degli anatemi del Mago Otelma" Ma allora quando [...] si firma ricercatrice senza dirci presso quale ENTE di ricerca ... tipo qui http://griess.st1.at/gsk/fecris/hamburg/po%20it.htm cosa dobbiamo pensare??? Anche in quel caso il suo "peso" è uguale a quello di Mago Otelma o ci sono 2 metri e due misure per lei???
w la pragmaticità
2 dicembre 2008 0:00
Quanto sono bravi questi ragazzi del CODIVIS. Mi piace tanto la loro concretezza e pragmaticità.

Altro che quei fufa fufa di Beberibe&Alex ... tutto fumo e niente arrosto
?
2 dicembre 2008 0:00
Bebe, chiunque tu sia (anche se sei solo uno che usa lo stesso deodorante della multipla ... non cambia nulla)fai ridere uguale , tu e la tua presunta oggettività che a casa mia si chiama siluro per chi non si schiera dalla parte di "Alessia" contro quella cattivona di MPG che pasticcia e fa sapaere al mondo intero quello che il mondo intero già sapeva da un pezzo ovvero che Alessia=Martini.

Ma se è vero quello che dichiari "e' la prima volta che intervengo su questo NG e non ho mai usato un'altra identita'"

come mai segni un punto per te: [Beberibe 1 - Serni 0 :-) ] ?

Non era Alessia in confidenza e in competizione dialettica con Leonardo?

Dal 12 novembre non mi sembra che tu abbia avuto modo di entrare in grande confidenza con Serni
!
2 dicembre 2008 0:00
Grazie al cielo finalmente qualcuno in firs comincia a capire che quello che la multipla cerca di spacciare per LOGICA altro non è che manipolazione bella e buona.

pure io sono convinto che nel caso della multipla non c'entri nulla il lavaggio del cervello subito quando stava in una setta ... nel suo caso molto probabilmente era così manipolativa pure prima!!!
?
2 dicembre 2008 0:00
qualcuno mi sa dire che tipo di "controlli" si fa la multipla per verificare le "testimonianze" prima di dare addosso ad un gruppo?

Qualcuno mi sa dire cosa ha fatto la multipla dopo aver appreso che la sua amica è tra quelli che le leggi anti-manipolazione non le vogliono piu'?

Intendo dire ... a parte il continuare a dare addosso a MPG per tentare di "spostare" l'attenzione dalla figura di merda che ci ha fatto in tutta questa storia .... cosa ha fatto la multipla per chiedere spiegazioni alla sua amica e spiegarci perchè non si può avere una legge come in francia o in spagna che dia un segnale "forte" a questi gruppi-squalo?
@ Riby
2 dicembre 2008 0:00
ohmadonnianadominedio! Ribelle ma tu accetti anche che una persona si rabatti con nick diversi per fingere di essere in tanti al fine di distruggere il buon nome di un'altra? Non sei forse tu che dovresti conoscere meglio i fatti? Che avrebbe detto di così malvagio la Gardini?
Okkio agli schieramenti caro Ribelle o devi cambiare il nick in 'Umile servitore'?
Ignazio
2 dicembre 2008 0:00
Alè ma non ti vergogni alla tua età a fare la figura del coglione? Non credi che sia meglio finirla?
informazione
1 dicembre 2008 0:00
Bebe = Ale = Emma = Martini = .... sapete voi
il nulla
1 dicembre 2008 0:00
Chi nun c'ha un cazzo da fare rimescola nel suo pentolone roba stantìa.
Che figura barbina che fa qualche scienziato internazionale. Chissà se tradurrà anche in sancrito le sue perle di saggezza!!!! :-))))
Giuseppe
1 dicembre 2008 0:00
credo che la multipla stia cercando in un ng lo spazio di visibilità che nella vita reale non ha (=magari se lo meriterebbe pure ... ma trovo sempre penoso usare un ng per far finta di essere scienziati ... con persone interessate ad altro ...).

Se penso che il "Peso-Piuma" esordì sul forum del cesap dicendo che i ng non hanno padroni e che sono spazi liberi ... mi viene da sbellicarmi dalle risate ... è chiaro che la multipla considera firs una proprietà sua: o sei d'accordo con lei o inizia a trattarti a pesci in faccia finchè non ti decidi ad andartene e lasciare il campo solo a cip ciop alessitos adoranti che pendono dalle sue labbra.... e dal suo mangime pre-masticato ...

Qualcuno le chieda perchè si è incazzata tanto con MPG

Cos'è che le ha dato così tanto fastidio?
gli errori di italiano o il fatto che MPG ha detto la verità ovvero che la sua amica è cambiata ...

ieri RDM criticava Introvigne oggi lavora per lui e guadagna grazie a lui ...

ieri RDM lottava per avere leggi contro la manipolazione mentale ... oggi scrive sul suo blog che quelle stesse leggi per cui lottava ieri ... non le vuole piu' ....

l'unica a non saperlo era Alessia ...

sarà per questo che oggi sembra morsa da una tarantola?

solo perchè ha fatto una gran figura di merda quando ho dovuto spiegarglielo io sul ng copiandole quello che scrive la sua amica sul suo blog?
@max
1 dicembre 2008 0:00
non ci fare caso la multipla ha solo tempo da perdere con nick diversi dimenticandosi di cambiare deodorante.

chissà come mai non impiega uguale tempo per giustificare le figure di m. che fa nei ng nel sostenere che la sua amica non ha cambiato idea quando invece ciò che scrive lei stessa nei suoi blog parlano da se'!?!
?
30 novembre 2008 0:00
Spesso è il momento di maggiore debolezza

Come aiutare
chi lascia un culto

Ci sono diverse classificazioni degli ex membri, basate sul modo in cui hanno lasciato la setta. Di solito gli ex membri fanno parte di una delle seguenti categorie:
1) quelli che sono usciti grazie ad un intervento esterno;
2) quelli che che se ne sono andati per loro volontà;
3) quelli che sono stati espulsi dal culto.
Le ultime due categorie, i "fuoriusciti" e gli "scacciati", sono in genere quelli che hanno più bisogno d'aiuto per capire il loro processo di riabilitazione. Gli ex membri espulsi sono particolarmente vulnerabili: spesso si sentono inadeguati e colpevoli. La maggior parte dei culti rispondono a qualsiasi critica rigirando le critiche stesse al singolo membro. Tutte le volte che c'è qualcosa di sbagliato, la colpa non è del leader o dell'organizzazione, ma sempre dell'individuo. Così quando qualcuno lascia il culto porta con se un profondo senso di colpa e di vergogna. Anche quelli che se ne vanno per propria volontà risentono di questio problemi: possono anche riuscire a superare i complessi a livello razionale, ma hanno difficoltà a gestirli psicologicamente.

Il modo migliore per favorire il processo di riabilitazione degli ex membri di un culto è quello di imparare che tipo di controllo mentale utilizzava quella specifica setta, e come esso era usato. Capire che ci sono sempre degli effetti residui del controllo della mente, ma che sono solo transitori, aiuta a combattere un diffuso senso d'ansia che attenaglia gli ex membri. I quali si sentono rinascere, quando capiscono che, data la situazione, l'esperienza che stanno vivendo è normale e gli effetti non dureranno in eterno. Inoltre capire e spiegare come funzionavano le tecniche di plagio fa comprendere ai pazienti in che modo e quanto il culto era riuscito a cambiare il loro comportamento e la propria personalità

?
30 novembre 2008 0:00
E' molto importante capire in tempo cosa sta succedendo

Parenti ed amici
possono aiutare

Non tutti i culti sono "distruttivi", non tutte le sette cercano i plagiare i loro aderenti. Anzi, molti culti sono espressioni di sincere e positive esigenze spirituali. Ma spesso la persona che viene contattata e reclutata non è in grado di vedere la differenza e saper scegliere perché si trova in un momento di debolezza o di vulnerabilità psicologica. Tocca allora a parenti e amici stare attenti, vegliare sul loro caro e cercare di tirarlo fuori dalla rete nella quale è rimasto impigliato. Ecco una breve guida ai "sintomi", per riconoscere gli effetti su una persona di un culto potenzialmente pericoloso:
Come cambia il comportamento:
1) perdita della volontà individuale
2) aumento della dipendenza e ritorno ad un comportamento quasi infantile
3) perdita della spontaneità e del senso dell'umorismo
4) incapacità di instaurare amicizie al di fuori del gruppo
5) peggioramento delle condizioni fisiche
6) deterioramento psicologico (tra le altre cose: allucinazioni, ansia, paranoia, disorientamento)

Caratteristiche principali di un culto "distruttivo"
1) manipolazione del comportamento e del carattere di una persona
2) leadership carismatica (con autoproclamata divinità o conoscenza suprema e richiesta di obbedienza incondizionata). La leadership può essere individuale o basata su un nucleo centrale all'interno della setta.
3) separazione degli adepti dalle famiglie, dagli amici e dalla società in generale.
4) visione del gruppo come una nuova famiglia con la quale stabilire un rapporto esclusivo.
5) forti e sempre crescenti richieste di denaro.
6) richiesta di firmare un testamento che nomini la setta o il suo leader come unico o prevalente erede.
7) richieste di attività e comportamenti sessuali devianti.

Cosa fare
1) registrare tutti i nomi, indirizzi, numeri di telefono delle persone che si sa appartengono alla setta.
2) mantenere una cronologia scritta di tutti i fatti che riguardano l'attività del proprio familiare o amico all'interno della setta.
3) rispondere a tutte le comunicazione del proprio parente con amore, sincerità e senza eccedere nelle critiche dirette e aggressive.
4) raccogliere tutte le possibili informazioni, articoli e pubblicazioni sul gruppo, in modo da conoscerne strategie e composizione.
5) chiedere aiuto ad una delle tante associazioni che riuniscono famiglie nella stessa situazione.

Cosa non fare
1) non spedire soldi al proprio parente. Meglio mandare doni non in denaro, vestiti, biglietti aerei o ferroviari non rimborsabili.
2) non spendere grandi somme per corsi o seminari di riabilitazione se non se conoscono bene finalità e programmi.
3) non dimenticare mai che la personalità del proprio caro non è scomparsa, ma è solo stata momentaneamente sopraffatta.
4) non sentirsi soli. Si tratta di un problema comune a migliaia di perone in tutto il mondo, in tutti gli ambienti religiosi ed economici.

?
30 novembre 2008 0:00
Una studiosa del fenomeno spiega perché si aderisce ad un culto

La crisi della modernità
e le sette religiose

di CECILIA GATTO TROCCHI

Il proliferare delle sette è un fenomeno tipico della modernità che si è affacciato nella storia degli altri paesi già da molto tempo. L'Italia, feudo traballante del Cattolicesimo, tra poco non avrà più niente da invidiare alla California, patria conclamata delle iniziazioni esoteriche. Il fatto è che, nell'ambito della modernità, i nuovi soggetti sociali si trovano a vivere una molteplicità di esperienze che, se giovano come stimoli all'agire, creano nel contempo un'identità culturale fluida, imprecisa e fragile. Il crollo non tanto dei valori, quanto di una gerarchia organica di valori, di un sistema etico coerente, è il vero dramma della coscienza moderna.
Agli attori impreparati a portare il peso di questo dramma le conventicole esoteriche offrono uno spazio alternativo di salvezza. Tali movimenti propongono tre linee di forza: il ricorso ad una esperienza "interiore", un messaggio di salvezza, l'aderenza ad una comunità. L'esperienza interiore dovrebbe condurre all'autorealizzazione, ad un miglioramento delle capacità mentali, all'equilibrio psico-fisico. Il messaggio di salvezza comporta la scoperta di una verità misteriosa segreta, di origine mistica. Infine i movimenti pretendono di essere comunità consacrate in grado di ridefinire non solo l'identità del soggetto, ma l'intera realtà. Le sette infatti si propongono tutte un rinnovamento, una trasformazione a livello mondiale delle relazioni sociali, individuali e simboliche. Tutti gli adepti pensano di essere il "sale della terra".
Infine si potrebbe ipotizzare che la causa di fondo del sorgere del nuovi culti sarebbe proprio la protesta contro la modernità e contro la sua più lacerante contraddizione che oppone una sfera pubblica razionale, astratta, impersonale e una sfera privata priva di orientamenti e che pure deve decidere del proprio destino.
Gli individui confluiscono nelle sette stimolati da:
- la polemica anti-scientista e anti-tecnologica con punte di diamante nettamente "ecologiche";
- la critica radicale al cattolicesimo perché è "arido, stantio, impelagato col potere e artefice dei roghi dell'Inquisizione";
- l'importanza data all'individuo: l'uomo è il grande miracolo, l'uomo contiene tutta la verità;
- la promessa di potere magico e di un sapere segreto.

La gente frustrata riceve dal gruppo esoterico la possibilità di una gratificazione: tutti si sentono importanti e chiamati ad una significativa missione. Il tipo ideale dell'esoterico italiano degli anni '90 è un frustrato della modernità che però ha molte ore libere da dedicare allo studio della dottrina segreta, mentre un tempo avrebbe lavorato in fabbrica o nei campi per 12 ore al giorno; è un vegetariano che sessanta anni fa avrebbe sofferto di sottoalimentazione e che ora disprezza la carne proprio perché la può comprare; è una casalinga che usa i contraccettivi ma che odia la scienza e la medicina ufficiale; è un giovane assediato dalla solitudine perché tutti in famiglia lavorano per permettergli beni di consumo che detesta perchè non se li guadagna sudando; è un reduce dei gruppetti del '68 che odia il prete ma non può fare a meno di porsi domande sulla spiritualità.
Su tali situazioni di base gioca il carisma dei capi, che danno risposte "buone per tutte le stagioni", e lusingano i creduloni sostenendo che possono diventare simili a Dio. Va da sè che i maestri sono il più delle volte in mala fede e pretendono una sottomissione per brama di potere e, soprattutto, per motivi economici. Un vertiginoso giro di miliardi è infatti legato a tutti i gruppi, alle sette e alle organizzazioni esoteriche. Di fronte alle figure dei maestri gli adepti si fanno sottomessi, fiduciosi, si privano di ogni senso critico e diventano succubi, pronti ad essere manipolati in ogni senso. L'esoterismo non dà strumenti veri di liberazione, ma in nome della libertà, del soggettivismo ripropone la dipendenza intellettuale. L'uomo vuole un capo carismatico che in nome della libertà gli dia invece schiavitù.

(da "Magia ed esoterismo in Italia", Mondadori)

plagio
30 novembre 2008 0:00
Guida alle principali tecniche di "seduzione"

Così una setta
riesce a plagiare

Come una setta riesce a plagiare un individuo, quali tecniche usa per fare proselitismo, quali sono gli effetti sulla psicologia di un individuo: quella che segue è una breve guida alle tecniche di "seduzione" usate da culti e sette, redatta dal "Cult Awareness Network", un'organizzazione non profit statunitense il cui scopo è proprio quello di far conoscere i rischi che si corrono affidandosi senza precauzioni a guru e santoni senza scrupoli.
Chi è vulnerabile?
Tutti. Nessuno può ritenersi "immune". Anzi, spesso proprio quelli che si ritengono molto forti o troppo intelligenti per cascarci sono tra i primi a cadere in trappola.

Quando?
Soprattutto durante i momenti di transizione, di qualunque tipo. Per esempio, nel primo anno in cui si va a vivere da soli dopo aver lasciato la casa dei genitori; quando si cambia o si perde un lavoro; di fronte ad una improvvisa malattia, propria o dei propri cari; durante l'adolescenza o nei primi anni di invecchiamento; in un periodo di profondo cambiamento di stile di vita, o quando si cambia residenza; nei momenti di solitudine, quando si è lontani da amici e parenti.

Dove?
Praticamente dovunque. Ma le situazioni più a rischio sono proprio quelle in cui ci si trova nel tentativo di trovare o ritrovare il proprio equilibrio. Per esempio durante corsi di training autogeno, seminari sullo stress o sulle tecniche di autocontrollo, in organizzazioni religiose non tradizionali. E' proprio in queste occasioni che i "reclutatori" delle sette cercano più attivamente di fare proseliti, trovando spesso terreno fertile.

Da chi?
Molto difficile riconoscere un reclutatore. In genere è una persona che ha la capacità di capire ciò che la persona che ha di fronte desidera sentirsi dire, stuzzicando il suo orgoglio o il suo bisogno d'affetto. E quando ci si accorge che è solo un trucco, spesso è troppo tardi. Attenzione quindi quando vi capita di pensare che l'uomo o la donna con cui state parlando è "la più amichevole che avete mai incontrato" o "è interessato esattamente a tutto ciò che a voi interessa", pensa che voi "siete meravigliosi". Attenzione anche alle persone che pretendono di avere una risposta a ogni domanda.


------------------------------------------------------------ --------------------

Le principali tecniche di plagio

1) Il "Love bombing": il "bombardamento d'amore è forse la tecnica più usata, e quella che ha gli effetti più durevoli. Il neofita viene letteralmente circondato d'amore dagli aderenti alla setta, che lo mettono al centro del loro interesse, lo "coccolano", lo riempiono d'attenzione. In una seconda fase due o tre persone si dedicano esclusivamente a lui. Cercano di eliminare ogni suo dubbio, e rafforzano il suo desiderio di appartenenza al gruppo, coinvolgendolo in giochi e canti;

2) Isolamento: la persona viene separata dalla sua famiglia, gli viene reso impossibile con ogni scusa (telefoni guasti, strade interrotte) il contatto con persone esterne. Si crea l'incapacità a verificare le informazioni che vengono fornite, rendendo accessibile un'unica realtà, quella del gruppo;

3) Ripetitività: con la scusa di favorire la meditazione si induce il neofita a ripetere ossessivamente le stesse parole, cantare le stesse strofe o svolgere di continuo un'attività. In questo modo si induce artificialmente uno stato di alta suggestionabilità;

4) Privazione del sonno: tecnica spesso associata alla precedente e viene incoraggiata motivandola come necessaria per non interrompere lo stato di concentrazione raggiunto. In questo modo si indebolisce il fisico, rendendo ancora più vulnerabile l'individuo. Allo stesso scopo si usa una alimentazione inadeguata.

xxx
29 novembre 2008 0:00
Maria Pia hai tutta la mia stima e mi dispiace che [...] stia orchestrando tutto questo contro di te.
bingo
29 novembre 2008 0:00
Oh Ignis a te proprio non interessa come sono andate le cose, ti fa più comodo essere complice di una rea e intervenire nei tribunali piuttosto che far agionare il cervello. ma se è così ben venga. Potrai conoscere da vicino la gente e forse capire che quello che ti dicono è pura follia rispetto a quello che conoscerai
Attento
29 novembre 2008 0:00
A' Ignis se non sei ancora in grado di capire che Beberibe è Alessia, allora non hai capito nulla della vita.
vittima di arleon a disposizione di chi
29 novembre 2008 0:00
Ignis e Ribelle INFORMATEVI prima di sparare [email protected]@ate perchè poi anche voi ci rimettete in credibilità.

vittima di arleon a disposizione di chi vuol capire
?
29 novembre 2008 0:00
Quanti ex arkeoniani si vedono nel quadro descritto dalla Di Marzio tramite i suoi tasselli? Ovvero quanti di noi abbiamo mentito sulla nostra esperienza?
domanda
29 novembre 2008 0:00
Ignis cosa pensi delle storie che leggi in www.cesap.net sulle vittime di arkeon?
Ritieni abbiano meno diritti delle vittime di scientology?
Risponda per favore, visto che quando parla sembra lo faccia tanto per (mio pregiudizio o giudizio fondato?)
x Ignis
29 novembre 2008 0:00
Viste le tue osservazioni, vorrei che ti esprimessi circa il santino fatto circolare dalla tua amica Alessia, sul suo sito e le ng che frequenta di solito.
Lo trovi edificante? Lo trovi degno di una 'ricercatrice'. Lo trovi utile?
Grazie per la tua collaborazione.
@ Bebe/Alessia
29 novembre 2008 0:00
Ma piantala di sparare cazzate
@ Ignis
29 novembre 2008 0:00
Caro Ignis, le tue uscite sono davvero singolari e preoccupanti sotto certi aspetti.
Si wiki hai capito che qualcuno voleva utilizzare questa enciclopedia virtuale per sputare fango immotivato contro il CESAP.
Nel NG invece dici che parlare di Arkeon fa sì che il fango cada addosso automaticamente e che ritieni che ci siano persone che gridano 'al lupo al lupo' e persone ceh vorrebbero studiarlo etc etc.
Ma tu che ne sai di quello che è avvenuto nell'intera storia di Arkeon?
Dici di non stimare la Tinelli e prendi posizioni che non sono comprendibili.
Ci viene il dubbio che tu oscilli in base a quello che hai sentito dire e che non hai per niente approfondito.
Non sai che la storia di Arkeon è più vecchia di quella che forse ti hanno raccontato e non capisci che Maria Pia è stata attaccata non solo perchè anche lei ha capito per le storie raccolte che Arkeon era pericoloso, ma perchè forse ti stava fornendo le sue impressioni riguardo a persone che la tua amica Alessia oggi invece porta come fondi attendibili per combattere il suo nemico ...
Da quello che hai scritto fino ad esso, ti sei mostrato una persona capace di ragionare. Fallo fino in fondo e approfondisci prima di scrivere cavolate.
Un semplice consiglio.
Commenti
|<   <- 1231-1260/3572 ->   >|