Commenti
  1-16/16  
Pierino
12 ottobre 2006 0:00
aumento canone tv
Grazie coglioni!!!
Ri-Max
12 ottobre 2006 0:00
Ma la versione originaria non era
"o gesu' dagli occhi buoni fai morir tutti i terroni" ?

speriamo sempre ne famoso doppio terremoto
Alex1
12 ottobre 2006 0:00
Sì però 'sta roba, riportata un po' ovunque nel forum, non c'entra nulla col tema in discussione.

Complimenti ai poeti.
Caro amico ti scrivo
11 ottobre 2006 0:00
Mentre le persone oneste, cioè quelle che lavorano ogni giorno, fanno fatica a sbarcare il lunario e arrivare a fine mese, i ladroni di regime si portano a casa uno stipendio mensile di oltre 46.000 euro! Se a questa cifra aggiungiamo la pensione, l'indennità di carica, il finanziamento ai partiti, ecc. le spese raggiungono e superano i 150.000 euro ogni mese! Soldi ovviamente che vengono prelevati direttamente dalle nostre già misere tasche.
Con uno stipendio simile (oltre 46.000 euro al mese, circa 90 milioni al mese) secondo voi gli possono interessare i problemi della povera gente?
Mediaticamente, destra e sinistra si scannano, ma la realtà è ben diversa: non esiste la destra e la sinistra perché appartengono TUTTI alla medesima associazione a delinquere di stampo criminogeno!

-------------------------------------------

Oltre 153.000 euro al mese per ciascun deputato
Per gentile concessione di Bruno Aprile, Vimercate (MI)
Dati estrapolati da www.camera.it

Indennità parlamentare
19.855.289

Indennità d'ufficio
809.415

Altre indennità
9.259

Rimborso spese di viaggio
2.013.228

Rimborso spese di soggiorno
5.450.175

Rimborso spese segreteria e rappresentanza
8.835.979

TOTALE
36.993.345

Inoltre:

Telefonia mobile (cellulari)
126.984

Alimentari
396.334

Biancheria
3.552

Carburanti e lubrificanti
20.402

Combustibili
39.683

Prodotti igienici, farmaci e sanità
26.456

Altri servizi
529.101

Stoviglie e vestiario
29.101

Altri beni di consumo
39.683

Trasporti aerei
1.124.339

Pedaggi autostradali
284.392

Contributi fondo solidarietà deputati
1.322.751

Stampa pubblicazioni
119.048

Assicurazioni sulla vita ed infortunio
357.143

Assicurazione R.C.
55.556

Assicurazione R.C.A.
6.614

Noleggi
892.857

Parcheggi
129.630

Ristorazione
357.143

Accertamenti diagnostici
1.323

Spese di rappresentanza
25.026

Trasporti ferroviari
456.349

Contributi per il funzionamento del gruppi
2.685.185

Spese postali
308.201

TOTALE
9.516.853

Per non parlare di:

Tribuna d'onore negli stadi
gratis

Tessera del cinema
gratis

Tessera teatro
gratis

Tessera autobus/metropolitana
gratis

Francobolli
gratis

Viaggi aereo nazionali
gratis

Viaggi treno carrozza letto
gratis

Circolazione autostrade
gratis

Corso lingua straniera
gratis

Piscine e palestre
gratis

Vagone rappresentanza delle FS
gratis

Aereo di stato
gratis

Uso di prefetture ed ambasciate
gratis

Cliniche
gratis

Rimborso spese mediche
gratis

Assicurazione infortuni
gratis

Assicurazione in caso di morte
gratis

Auto blu con autista
gratis

Giornali
gratis

Ristorante
gratis


Totale complessivo = 46.510.198 al mese per ciascun deputato, cui vanno aggiunti:

- Pensione mensile (diritto che acquisiscono dopo 35 mesi in parlamento, mentre obbligano i cittadini a 35 anni): da 4.762.669 fino a oltre 15.000.000
- Indennità di carica: da 650.000 a 12.500.000
- Finanziamento ai partiti (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti e relativo referendum): 1.414.000.000 al giorno
- Rimborso spese elettorali: 200.000.000
- Rimborso annuale se fondano un giornale: 50.000.000
- Auto blu e scorta 24-ore-su-24 vita-natural-durante per chi è stato presidente della Camera (anche se non si occupa più di politica, come ad es. la sig.ra Pivetti)

Risultato:
- Ogni deputato costa la faraonica cifra di 297.000.000 al mese (circa 153.388 euro), cioè intorno ai 9.900.000 al giorno, ossia 413.000 all'ora
- La sola camera dei deputati costa al cittadino 4.289.968 al minuto
- Sono finora costati 2.245 miliardi (in base a quanto hanno dichiarato)


www.disinformazione.it

FABRIZIO
11 ottobre 2006 0:00
Ho comprensione per Lodovico perché anch'io circa 10 anni fa, mi trovai nella sua situazione.

Da un giorno all'altro, l'azienda per la quale lavorava e che dava da mangiare a 2500 persone, improvvisamente tracollò e la proprietà ci disse semplicemente:

"Scusate ma non abbiamo più soldi.
Vi sarà garantito forse un anno di cassa integrazione e poi tutti a casa.
Chi vuole può anche andarsene da un'altra parte che fa anzi un favore ai colleghi che restano".

Il sottoscritto, si fece 7 mesi a lavorare non pagato (almeno chi era in cassa int. si prendeva qualcosa, meno di 1 milione al mese). Poi, per mia fortuna, mi trovai un altro lavoro.

Ora mi dico:

Io non sono stato pagato per 7 mesi (e non lo sono mai più stato) ma i "miei dipendenti" (cioé lo stato che amministra il mio paese) non ne ha minimamete sofferto. Anzi !

Perché, se una impresa che non fa più utili e non ha più soldi, può non pagare i suoi dipendenti, mentre noi, contribuenti, se abbiamo meno soldi e diventiamo più poveri, non possiamo fare lo stesso con lo stato ?

Perché lo stato non adegua le sue spese al reale prodotto del paese ?

Perché gli statali sanno solo chiedere aumenti senza rendersi conto che é la parte produttiva del paese che li paga ?

Con che coraggio si pretendono più soldi se il paese ne produce di meno ?

E se non ce n'é più per me, perché ce ne deve essere sempre per loro ?

Se una famiglia é indifficoltà riduce le spese e taglia i consumi superflui.
Perché uno stato non può fare altrettanto ?

Cosa mandiamo a fre soldati in giro per il mondo (che costano miliardi, di euro) se non abbiamo soldi neppure per curare i nostri di malati ?

Scusate il mio sfogo ma mi pare un ragionamento così tanto semplice....

Poeta
10 ottobre 2006 0:00
Per Max.

Ti diverti a fare la rima baciata
ma quello che dici è una grande cagata;
non sei spiritoso e non dici niente,
anzi fai pena perché sei deficiente.
Se ti facessi un po' meno canne
scriveresti "farne" invece che "fanne".
Max
10 ottobre 2006 0:00
O Gesù dagli occhi tristi fai sparire i comunisti... se risolvi sto problema fai sparire anche D'Alema... ma se poi non te ne fotti, fa che muoia Bertinotti... ti preghiam se non ti rodi, fai schiattare pure prodi... tu col cuore sempre aperto, fai morire Diliberto... e con gli angeli tuoi belli, porta in cielo anche Rutelli. O mio caro buon Gesù non fanne nascere mai più. Amen
LODOVICO
10 ottobre 2006 0:00
Le aziende chiudono e questi qua continuano ha mettere tasse,
la nostra azienda privata ha 350 dipendenti,di cui metà sono in cassa integrazione,
fra un pò chiuderemo
non siamo competitivi andremo tutti a casa,per fortuna il TFR l'abbiamo in un fondo privato
l'inps vorrebbe rubarcelo.

Ma chi coglione ha messo sto governo,
se i ricchi non hanno soldi
hanno ancora meno i poveri
Piemontese
10 ottobre 2006 0:00
Effetto?
disastro totale
la gente non ha più soldi neanche un euro siamo pieni di debiti.
Le aziende sono allo stremo non pagano gli stipendi figuriamoci il TFR
ZaZaan!
10 ottobre 2006 0:00
Alex, se analizzi bene la questione, vedrai che non c'è alcuna contraddizione.

E' solo che alcuni di noi hanno preconcetti sbagliati.

L'obiettivo dei signori che abbiamo mandato a governarci oggi è quello di sempre, sempre rincorso e mai afferrato:

"Tutto in mano allo Stato, poiché la proprietà è furto, e poi lo Stato ridistribuisce "equamente", secondo il suo giudizio...
Fatte salve naturalmente le Dacie in Crimea ed altre pochissime doverose agevolazioni per la nomenklatura!"

Tutto qui. Hai visto su TG2 il servizio sulla Corea del Nord?... Lasciamoli fare e saremo così anche noi!
Hai sentito il nostro Presidente della Camera nella sua ammirazione per Castro?... L'Italia come Cuba è obiettivo da perseguire!...

Così (pare) hanno scelto gli italiani nelle cabine elettorali!
millo
10 ottobre 2006 0:00
per Alex1 ...in loro cresce la vergogna e devono meditare su che palla raccontare! Dopo questo disastro solo lo scheletro di Fassino può difendere una cagata di finanziaria senza uguali nella storia d'Itali. Dal furto legalizzato alla frode, esurpazione, raggiro..hanno fatto di bello tutte le parole di merda. Attenzione..non sono di destra ma un castrato di sinistra!!!
Napoli
9 ottobre 2006 0:00
sono pochi che continuano ad essere coglioni,sono molti che si sono pentiti di questo regime .
Alex1
9 ottobre 2006 0:00
Veritas, anti, cronista, joseph, simona, nadia... dove siete?
Non avete nulla da dire riguardo a questi temi?
Com'è che tornate solo quando c'è da parlare di Berlusconi o da insultare il sottoscritto o altri che hanno civilmente espresso le proprie opinioni?
Peccato tanta latitanza perchè sarebbe il miglior modo di riacquistare l'ormai perduta credibilità.
Alex1
5 ottobre 2006 0:00
Boh, avranno subito un processo di sublimazione, non si vedono più in giro!
FABRIZIO
5 ottobre 2006 0:00
VOLATILIZZATI !!!!!!!!!!!!!!!!
Alex1
4 ottobre 2006 0:00
I coglioni sono spariti??
Commenti
  1-16/16