Commenti
|<   <- 391-405/405  
Amico di Mauro
10 novembre 2004 0:00
Sono molto felice di leggere che la DoIt sta passando un brutto quarto d'ora. Mi piacerebbe sapere se qualcuno è in grado di recuperare notizie della consociata Cassiopea. Sarei curioso di sapere se sono state portate avanti delle iniziative legali anche nei confronti della Cassiopea.

Amico di Mauro
(Un saluto a Mauro, chissà se ha capito)
Roberto
14 luglio 2004 0:00
Grazie a tutti per i Vs commenti! grazie a questo sito si riesce a capire il bello e il brutto di internet...
Purtroppo anche a me è arrivata quella mail di offerta di lavoro, ma ovviamente ho voluto vederci chiaro prima di ...
capire che potevo essere truffato!!!
Grazie a tutti voi e spero vivamente che questi truffatori abbiano quello che si meritano!!!!

Roberto

PS: qualcuno ha qualche informazione particolare in merito al franchising di EVOLUTION TRAVEL????
Potete farmi sapere alla mia mail
lordsan@inwind.it
D'ACCORDO CHE CHI COME NOI HA PREVENTIVA
12 giugno 2004 0:00
D'ACCORDO CHE CHI COME NOI HA PREVENTIVAMENTE SCRITTO A VOI DELL'ADUC PER CHIEDERE CONSIGLIO NON E' IL SOLITO 'ALLOCCO' CHE ABBOCCA A PRIMO ACCHITO, MA GLI ALTRI??? PEGGIO PER LORO DIRETE VOI, MA C'E' ANCHE DA DIRE CHE SE UN'ASSOCIAZIONE DI DIFESA DEI CONSUMATORI COME VOI E COME LE ALTRE, NON SE NE VUOLE OCCUPARE, QUESTI VARI TRUFFATORI - SIA CHE SI CHIAMINO DOITNET O DOIT PROMOTIONS O PINCO PALLINO - HANNO E AVRANNO SEMPRE IL DIRITTO DI TURLUPINARE LA GENTE IMPUNITAMENTE??ANZI AVENDO ANCHE LA LEGGE DALLA LORO PARTE (DIFFAMAZIONE!!!! E LORO COSA FANNO ?? SONO DEI VERI GENTILUOMINI????!!!)

MA POSSIBILE CHE NESSUNO POSSA INTERVENIRE PER FERMARE QUESTE ILLEGALITA' CAMMUFFATE LEGALMENTE??

EVVIVA LA GIUSTIZIA (ITALIANA POI......)
Fabrizio
5 giugno 2004 0:00
Sono l'estensore di due delle lettere riportate.Ho sottoscritto il contratto-truffa da circa un anno,affannandomi per pagare i 9450 euro,appena laureato,passando per varie corrispondenze e visite dei vari funzionari-truffatori.L'unica cosa che mi sento di dire a distanza di tempo ad altri affiliati, è di interrompere immediatamente i colloqui con la Società (che ha già cambiato sede legale) e di agire in sede civile, cercando di aggredire il patrimonio di queste persone , unico sistema reale per indurli ad una qualche "riflessione morale" e soprattutto per far cessare l'attività di tali personaggi.
antonella
2 giugno 2004 0:00
A tutti i naviganti:

ora gira anche questa proposta come 'lavorare da casa' addirittura pazzesca secondo me, state attenti!!!!
Saluti e auguri a tutti voi.

Antonella



COME SI PUO' GUADAGNARE COL MICROFRANCSHING
Gentile amico/a
Col microfranchising che abbiamo preso in esame si offre la possibilità alle persone di risparmiare sul consumo di servizi essenziali come

Telefonia fissa e cellulare
Consumi di elettricità e gas
Adsl e collegamenti a internet
TV via cavo e mail Order
Questa attività come avrai saputo, offre innumerevoli vantaggi ( benefici)ed in particolare:

Cambiare lavoro ma continuare ad essere pagato
Evitare di sostenere costi ingenti e spese di commercialisti
Non Aver bisogno del Rec né di particolari requisiti per iniziarLa
Non aver nessun rischio di impresa
Essere pagato anche qualora i clienti non onorino i servizi
E cosa richiede in cambio? Prima di leggerlo, però sappi che:

Se metti dai 150 ai 300 Euro in banca e non li tocchi, dopo 12 mesi sarai sotto lo 0 e finito in "rosso"
Mediamente, un venditore nel centro sud deve fare 30 azioni di recupero credito per oltre 100 ore di tempo investite. 100 ore di lavoro a 15 euro/ora minimo, corrispondono a 1500 Euro.
Oltre l'70% delle nuove aziende fallisce o sono liquidate nei primi 5 anni di attività...
COSA POTREBBE VALERE UN BUSINESS che ti esime da tutto questo, da svolgere nel tempo libero, da casa, con minori costi e tanti vantaggi?????? Rispondi da solo.....

Stai tranquillo, non richiede 50.000 Euro come altri franchising, Ma molto meno solo 549 Euro+iva per iniziare, e circa altri 100 Euro mensili se intendi far lavorare il computer per te giorno e notte, risparmiando soldi e guadagnando ogni giorno di +

SEI DELUSO? NELLA TUA VITA COMPRI TUTTO GRATIS? I TUOI CAPI NON GUADAGNANO? Caro/a [[name]], se ti senti deluso per questo, IO LO SONO DI PIU' PER TE e sai perché? Perché o non hai ancora capito l'importanza di quello che hai tra le mani, oppure se non puoi permetterti un investimento così ridotto, vuol dire che i tuoi sogni sono veramente troppo lontani..

Se anche tu pensi che tutti ti vogliano fregare, sappi allora che forse, continueranno davvero a fregarti così come hanno fatto fino a adesso. GRAZIE, MA NON SEI LA PERSONA CHE CERCHIAMO. SE TI ABBIAMO "RUBATO" del tempo prezioso, scusaci, magari potrai diventare uno dei nostri clienti soddisfatti. A questo punto è sufficiente che tu clicchi qui. Sarai rimosso immediatamente. Grazie per il tuo interessamento ma in questo caso, Ti sei già scaricato le tariffe e le indicazioni per poterti chiamare gratis? Se non l'hai ancora fatto, inizia subito cliccando qui.

SE INVECE TI AFFASCINA L'IDEA CHE UN GIORNO POTRAI CORONARE I TUOI SOGNI, ALLORA NOTA BENE CHE:

Indipendentemente dalla tua situazione di [[custom_job]], il nostro è un business diverso sia per i prodotti, che per i servizi MA IN PARTICOLARE PERCHE' HO TROVATO IL "MAGIC SYSTEM". Come potrai guadagnare?

Si guadagna fino all'8% sul consumo di bollette di clienti diretti
Si guadagna fino al 6% sul consumo di bollette di clienti indiretti provenienti da un'organizzazione di network
Si guadagna da 5 a 45 Euro per l'acquisizione fino a 6 clienti procurati dai nostri affiliati in prima linea
Si guadagna da 290 a 1120 Euro per il raggiungimento degli obiettivi
Si guadagna da 40 a 230 Euro per differenze imprenditoriali sull'acquisizione clienti da parte di tutta l'organizzazione
Si guadagnano da 250 fino a 20.000 Euro mensilmente sviluppando una intensa attività di affiliazione
C'è un piano di carriera
SI GUADAGNA PERCHE' abbiamo creato un sistema che usa il computer ed il telefono giorno e notte ed è di supporto al lavoro che svolgiamo durante il giorno
NOI STIAMO cercando persone che desiderino realmente cambiare la propria vita o avere qualcosa di più. In entrambi i casi questo è possibile. NOI TI AIUTEREMO AD ESSERE un leader, con la nostra esperienza.

Sarei molto dispiaciuto, se tu perdessi questa opportunità, sia di risparmiare che di avere + tempo libero.

Cordialmente,

Riccardo Vieri

Sei appassionato dell'Internet marketing? Vorresti imparare i segreti ed i trucchi per scalare i motori di ricerca o per costruirti un sito web in 7 minuti? Allora visita subito www.pcmoney.it

CEO, Microfranchising.it



International working progress www.microfrancihsing.com, www.invincibili.com




Mauro
1 giugno 2004 0:00
Fino a ieri 45 affiliati Doitnet hanno ato la disponibilità all'inizio della causa civile contro questa società al fine di ottenere il rimborso degli oltre 9000 euro versati, oltre naturalmente al risarcimento dei danni patiti.
Speriamo che sia fatta giustizia.
Mauro
irene
20 maggio 2004 0:00
Ciao Mauro! ti ringrazio. Anche io ho deciso di fare causa su consiglio dell'avvocato. Posso contattare il tuo stesso avvocato in modo da unire le forze. Se mi vuoi contattare, tu od altri la mia mail è a disposizione.

ardathlili@virgilio.it

e gli facciamo il culo!
Curzio Cerato
20 maggio 2004 0:00
Sono un truffato dalla Doit
e posso testimoniare quanto subdoli e approfittatori siano i responsabili della doit e in particolare xxxx Fabio persona Inaffidabile e calcolatrice che sfrutta la buona fede delle persone.

Spero che la causa Penale e civile da me sottoscritta faccia terminare la loro sporca attività.
Mauro
19 maggio 2004 0:00
Salve a tutti, sono uno dei truffati dalla Doitnet e colui che ha dato il via al tentativo di recuperare i soldi buttati(circa 9.000 euro).L'UNC di Faenza sta seguendo il nostro caso e ad oggi la situazione è questa: sono state presentate una cinquantina di querele per truffa e con le stesse persone il prossimo mese partirà la causa civile contro la Doitnet.Invito chiunque fosse coinvolto a rivolgersi all'Avv. Drei dell' UNC di Faenza.
Grazie per le Vs. testimonianze.
Ciao, Mauro
people_against_mps
18 maggio 2004 0:00
Salute a voi tutti;
non sono un truffato da questa società doitnet ma mi ha incuriosito la vicenda e sono dalla parte dei truffati (in realtà sono un truffato ma per altra vicenda, riguardante Mps).

Ma come è possibile che esistono ancora dei farabutti e dei facchini che prendono in giro così la gente e truffa loro del danaro senza che lo stato intervenga? Ragazzi avete fatto querela per truffa? Scrivete a raffica a mimandaraitre.
Mò vado a vedere sto sito.

Saluti a voi tutti e coraggio
roberto petraccioni
17 maggio 2004 0:00
a questo proposito vi segnalo un'altra truffa in franchising: si tratta di "europanews" di medialuxconsulting, anche qui i signori si dibattono solo per le quote di affiliazione; in un'altro ," massimopetra" c'e' una dicitura "dal 1951" e invece e' una societa' del 2004
irene
6 maggio 2004 0:00
io sono fra quelli truffati..e da un anno e mezzo attendo di riavere i miei soldi...e sono milioni!
Antonella
2 febbraio 2004 0:00
Salve a tutti

io sono la persona che ha scritto all'Aduc la lettera riportata nel 'reportage', e precisamente la prima in alto datata 12 Ottobre 2003.

Anch'io ho subito lo stesso trattamento di Lucio, molto lusinghiero, ma prima di farli venire a visitarmi a casa mia per fortuna mi sono premurata - visto che la cosa mi puzzava un po' - di chiedere consiglio all'Aduc che confermò i miei sospetti....

Tutta quella fretta... (telefonarono al sabato per un appuntamento decisivo per il lunedì successivo) dicendo che eravamo 3 candidati solo per la mia zona e chi primo arrivava meglio si accomodava....

Per fortuna il mio sesto senso mi ha convinta a non richiamare più e loro.........NON HANNO PIU' RICHIAMATO....

Mi sembra molto significativo...
Grazie per l'attenzione

Antonella
Lucio
2 febbraio 2004 0:00
Mesi fa notai anch'io un annuncio su Tiscali (che cito senza incolpare) di offerta di lavoro che si differenziava di molto dai classici (finti) telelavori; insomma sembrava qualcosa di serio.
Si trattava della DOITNET, azienda che ricercava responsabili di zona per lo sviluppo di siti e servizi internet.

Decisi di contattare l'azienda visto che il mio ufficio stava attraversando un periodo di magra... ed avevo bisogno d'inventarmi qualcosa di nuovo...

Li contattai immediatamente e nel giro di una settimana ricevetti una loro lettera (molto elegante in carta pergamena)di presentazione e, a breve, un contatto telefonico.
Il lavoro consisteva nell'essere il responsabile di zona fra loro ed i vari clienti. Loro avrebbero provveduto alla pubblicità a livello nazionale, al contatto telefonico con i clienti ed alla creazione e alla gestione dei siti; il sottoscritto avrebbe dovuto "semplicemente" gestire il contatto "fisico" con il cliente, la raccolta di materiale per i siti e la relativa trasmissione alla DOITNET.

Fin qui sembra anche una cosetta interessante e che non impegna molto tempo... La nota dolente erano i 5.000 euro (rispetto a molte altre persone gabbate ho avuto un prezzo "di favore")di fee (=tassa) d'ingresso, a garanzia del mio operato sotto il loro nome e a quietanza del computer e scanner dati in dotazione.
Sospetto n.1: L'usare il termine "fee" di solito riferito a contratti di franchising, senza il porne in essere un vero.
Sospetto n.2: già al primo colloquio telefonico, sembrano disposti a scontarmi 1.500 euro visto che ho già un ufficio e relativi computers. Sebbene non richiesto per iniziare, l'avere a disposizione un vero ufficio li rendeva entusiasti (indubbiamente per contagiarmi).

Nel giro di 4 giorni vengono a visitarmi 2 responsabili dell'azienda che gentilmente si erano offerti di passare da me, risparmiandomi l'onere tempo/denaro di andare fino a Padova; che gentili!

Sospetto n.3: Appena entrati e fatti i dovuti convenevoli, esordiscono con la richiesta pressochè immediata dei soldi: contanti, assegni,... qualsiasi cosa basta che abbia un valore di 3.500 euro (cioè i 5000 iniziali meno lo "sconto").

Ad un mio rifiuto di consegnare immediatamente qualsiasi cifra riservandomi il fine di settimana (già era venerdi pomeriggio)per studiare le 2 paginette di contratto e promettendo (da imprenditore) di dar loro una risposta il lunedi successivo, si sono alterati e mi son sentito dire di tutto:
- ma come, lei non ha 3500 euro? un imprenditore che si ferma per queste cifre da da pensare (e qui sfioriamo l'offesa)...
- guardi che i guadagni sono sull'ordine del 40% del prezzo del sito (onestamente mi sembrava un po' troppo come percentuale di guadagno, visto che nessuno regala mai niente) e l'investimento se lo ripaga già al primo mese d'attività
- Se vuole si legga ORA il contratto, noi stiamo qui ad aspettare. Quando avrà finito e non avrà dubbi ci potrà dare i soldi
- va bene anche un assegno postdatato se non ha liquidi oggi
- come posso avere ancora dubbi sulla loro "bontà" viste le dimensioni aziendali e la gigantesca sala computer nuova di pallino che avevano e che mi invitavano a visitare (ma la devo pagare io??)
- E' stata una mia mancanza non richiedere una visura camerale per verificare le dimensioni ed il capitale della loro società.
- guardi che oggi dobbiamo visitare altre tre candidati, tutti con pari requisiti come lei, e per la zona di Padova Nord (a Padova mi dissero d'avere intenzione di creare tre zone con relativa ESCLUSIVA), ma di posti ce n'è solo uno e chi prima arriva...

A farla breve ho perso un'ora di MIO lavoro con tutti questi tentennamenti.

Sospetto n.4: in tutto questo caos non si è MAI, ripeto MAI, parlato seriamente delle mie mansioni, del rapporto da porsi in essere con loro, della fatturazione,... niente! solo un tira e molla per avere i soldi

Sospetto n.5: tutto questo insistere per i soldi mi fece pensare a quanto decantano le associazioni di consumatori e MimandaRiatre: NON ESISTE CHE CHI OFFRE LAVORO CHIEDA SOLDI IN CAMBIO DEL LAVORO STESSO.

Quindi mi feci forza (e devo dire quasi a malincuore per il perdere un possibile affare) dissi loro: OGGI NO POLLO, NO PARTY... al mio definitivo diniego, come ultima carta, mi diedero un prospetto "riservato" con le percentuali di guadagno, come ultima speranza nel motivarmi. Ebbene qui mi resi conto di tutto: si trattava di un semplice foglio A4 bianco, stampato male, o i colori troppo carichi,... insomma sembrava stampato con la peggiore delle stampantine ink-jet a dispetto delle GRANDI dimensioni aziendali, della sala computer e della pubblicità su periodici nazionali che mi avevano sventolato sotto il naso.

Capito il nesso, fattomi coraggio li misi alla porta e ... dopo un paio di mesi passa a Mimanda Raitre il caso della Doitnet.

Scuserete la lunghezza di questa mia ma volevo puntualizzare tutte le loro argomentazioni così convincenti e il loro modus operanti da professionisti (dell'aggancio)
uno di quelli che scrisse una di quelle
27 gennaio 2004 0:00
BENE ALLORA VI FACCIO IL REPORTAGE COMPLETO:


1.Lettera del 21 Ottobre 2003

Con richiesta di cortese urgenza, grazie Spett. le Aduc, vi interpello nuovamente prima di intraprendere un'avventura che potrebbe costarmi circa 8.000 Euro, mi spiego meglio: ho risposto ad un annuncio su Tiscali per un lavoro in franchising da svolgersi in modo indipendente, solo che come tutti i franchising chiedono una specie di 'cauzione' per l'ammontare di quanto sopra menzionato, per fornitura di loro materiale 'lavorativo' che include un pc portatile, uno scanner, una webcam e connessione adsl.
L'azienda proponente e' la DoItNet Italia, si occupano di servizi da internet provider (hanno il sito al seguente indirizzo www. doitnet. it).
Mi ha appena contattato uno dei responsabili dell'azienda in quanto ha trovato il mio curriculum molto valido ed adatto per la posizione che mi offrirebbero con guadagni anche elevati (parlano di 70.000 Euro/anno!!!!), vi sarebbe un corso di 1 giorno per informazioni riguardanti l'attivita' da svolgere, che sarebbe una mansione di 'segretariato a distanza' o trait d'union tra loro e i clienti della mia area.
Insisteva dicendo che ora la mia area e' scoperta e che aveva pacchi di curricola tra i quali ha scelto il mio, e che magari gia' martedi' prossimo potrebbe essere troppo tardi per afferrare questa 'occasione imperdibile' di lavoro con sicuro guadagno.
Mi ha anche detto che se io avessi gia' una mia dotazione dei componenti hardware (pc portatile, scanner e webcam) la 'quota associativa' sarebbe dimezzata (cioe' 4.000 E invece di 8.000) che sarebbero da versare: 50% al corso e il restante 50% con il primo guadagno acquisito.
Dovrei quindi ricontattarlo immediatamente o al piu' tardi lunedi' mattina entro le 9, per fissare un primo appuntamento.
Vorrei sapere se voi siete a conoscenza di un eventuale raggiro da parte di questa societa' o se invece sono in malafede e si tratta davvero di una proposta seria.
Vi sarei grata di una vs. urgente risposta, ringraziando per la sempre cortese attenzione, in attesa di quanto richiesto, cordialita

Risposta dell'ADUC noi -lo sapra'- non ci occupiamo di questioni di lavoro, pertanto non siamo molto indicati a dare indicazioni in merito.
Se vuole la nostra opinione, non abbiamo in particolare simpatia quelle proposte nelle quali si richiedono pagamenti sostanziosi in cambio di progetti sconosciuti e come tali non verificabili nell'effettiva portata. Inoltre, quando vengono fatte pressioni e quando viene resa appetibile l'offerta denominandola come imperdibile, vuol dire che e' l'altra parte ad avere bisogno di accaparrarsi fiducia e disponibilita' e sinceramente siamo scettici verso chi rimane tanto colpito da una persona assolutamente sconosciuta ed invece di metterla alla prova vuole assolutamente sollecitarne l'adesione. Questo non vuol dire che sia una truffa (bisogna sempre andare da un eccesso all'altro??) ma sicuramente le prospettive di guadagno non sono cosi' rosee e facili come prospettato.

------------------------------------------------------------ --------------------

2.
Lettera del 1 Ottobre 2003



Gentile ADUC, scrivo per segnalare una manovra commerciale che ha tutta l'aria di essere una truffa ai danni di chissa' quanti giovani volenterosi in cerca di lavoro.
L'azienda DO-IT promotion srl (http://www.doitpromotion.com/page1.htm) ha contattato via e-mail un mio amico e collega, a proposito di un lavoro relativo alla gestione e realizzazione di siti web. Essendo laureato in ingegneria elettronica e lavorando gia' in una azienda di informatica ha ben pensato di essere adatto al lavoro, che poteva, naturalmente, essere svolto nelle ore libere.

Al colloquio svoltosi in parte presso la sede di Bologna di questa DO-IT Net (http://www.doitnet.it/main.htm, che e' in pratica la stessa azienda DO-IT Promotions con un nome piu' bello) e in parte presso la abitazione privata del mio collega, Davide (il mio collega, appunto) ha avuto la pessima idea di firmare un assegno piuttosto consistente, che doveva essere restituito, questo a parole, alla fine dei due anni di contratto, o alla fine di un fantomatico corso, oppure in qualsiasi momento in cui l'affiliato lo dovesse richiedere (a parole).

In giorno dopo me ne ha parlato, per la verita' ancora convinto di aver trovato un'interessante fonte di guadagno, ho eseguito per curiosita' una rapidissima ricerca su internet e ho fatto una scoperta poco rassicurante: l'azienda si occupa soprattutto di distributori automatici dati in gestione a 'agenti di zona'. Questa 'scoperta' mi ha fatto scattare un campanello di allarme, memore delle indimenticabili puntate di Mi Manda Raitre su argomenti simili. Lo scoprire poi che il venditore ha incassato 3175.07 euro (la meta' di quello che si dovrebbe versare come 'garanzia' di non si capisce cosa) mi ha solo dato la certezza di essere di fronte ad una truffa. Il dubbio e' diventato certezza quando ho ottenuto di visionare tutti i fogli della cartellina, compreso quello denominato NotaInformativa731 che trovate allegato.
Allego tutti i documenti che Davide ha avuto la pessima idea di firmare, tra cui una Nota Informativa appunto, che il venditore ha scarabocchiato in modo indecente, ed ha peraltro sottoscritto due volte anche nello spazio riservato per il 'cliente', che riporta la frase, scritta in piccolo naturalmente: -Trattazioni e precisazioni su articoli del contratto: non applicabilita' del DL n. 50 (ripensamento) in quanto non si figura la "qualifica" di consumatore- Proprio cosi'! E le virgolette non sono mie. si parla poi del "DL n. 50 (ripensamento) " senza specificare l'anno, il che mi pare poco ortodosso, anche per dei professionisti della truffa.
Il contratto e' stato firmato il 23/09/2003 di sera, percio' vi prego di prendere in considerazione la mia segnalazione perche' immagino che il fattore tempo sia fondamentale in queste situazioni.
Ho compilato anche una lettera, che dovrebbe essere spedita domani mattina 25/09/2003, per far esercitare al mio amico il diritto di recesso, la allego a questa e-mail.
Dopo le due raccomandate ed il fax inviati alla sede della DO-IT l'impegnatissimo amministratore delegato (il nome rimane un mistero) ha telefonato a Davide venerdi' sera (25/09/2003), avendo cura di criptare il numero del proprio cellulare, rassicurandolo sul fatto che il suo caso sarebbe stato preso in esame in una riunione straordinaria che sarebbe stata indetta appositamente in data ancora da destinarsi per valutare il danno economico causato dalla mancata copertura di un'area strategica (ma prima del 23/09/2003 come facevano?). Una volta tentata la boutade del danno economico questo fantomantico "amministratore delegato" ha ben pensato di chiedere delucidazioni sulla frase inserita nella lettera di recesso in cui si fa riferimento alla loro nota informativa che cita il DL n. 50 senza specificare l'anno cancellando di fatto ogni validita' giuridica di quel foglio scarabocchiato in malo modo, probabilmente per capire se la lettera di recesso fosse opera di un legale.

Nel contempo pero' la DO-IT srl si era gia' premurata di inviare in data 26/09/2003 una raccomandata per rammentare che l'importo dovuto era di altri 3175.07 euro piu' IVA. Anche alla luce di questa lettera mi pare evidente che la strategia della DO-IT in questi casi e' quella di alzare il tiro per spaventare i truffati e magari tenersi la sostanziosa caparra guadagnata con 'si' onesto affanno.
Adesso (sono le 11: 00 del 29/09/2003) la banca, che era stata preavvertita, ha segnalato che e' pervenuta la richiesta di pagamento dell'assegno, solo che per bloccare il pagamento hanno bisogno di una denuncia per truffa o per smarrimento del blocchetto.
Mi chiedo, e vi chiedo: e' opportuno procedere con una denuncia per truffa nei confronti del venditore? La denuncia deve essere necessariamente effettuata nei confronti dell'intestatario dell'assegno (la DO-IT srl in questo caso)?
Il legale, e il maresciallo dei CC interpellati da xxxxx sono concordi nel dire che ad una denuncia per truffa seguirebbe probabilmente una contro-denuncia per diffamazione, il rischio e' reale? E' giusto lasciare che gente del genere basi il proprio guadagno su un metodo che sfrutta l'ingenuita' e l'ignoranza in leggi e decreti di persone che sono state rese giustamente fiduciose nella Legge a protezione del Cittadino, per poi scoprire di non essere piu' un Cittadino o un Consumatore ma di essere carne da macello per truffatori senza scrupoli, che sfruttano con l'abilita' dovuta alla pratica decennale, le pieghe di leggi che sono ancora lontane dall'essere perfette? E' giusto che la paura di essere contro-denunciati dia a certa gente la possibilita' di intascare diverse migliaia di Euro senza doversele guadagnare?
Vi ringrazio per la cortese attenzione

Risposta dell'ADUC non e' il nostro settore, quello professionale, in ogni caso (da quanto ci dice e quindi nel caso il suo amico le abbia riferito la verita', ovviamente) ci parrebbe che il suo amico sia stato presumibilmente ingannato quantomeno dall'agente (non si sa se la ditta sia o meno corresponsabile di questa dinamica, ma l'agente che ha richiesto l'assegno con un tale artificio sicuramente si') che in questo caso avrebbe fornito informazioni mendaci.
Il problema per il suo amico e' che non ha le prove per dimostrare di essere oggetto di una truffa. Egli ha difatti sottoscritto volontariamente quel contratto e non ha prove per dimostrare la truffa. Quindi, e' certo che il rischio di contro-querela ci sia.
Se vuole comunque tentare ed e' disposto a sua volta a rischiare la denuncia, conviene limitarsi a denunciare l'agente e lasciare che siano poi le autorita' -eventualmente- a ricostruire il quadro piu' ampio, in caso vi fossero responsabilita' anche della societa'

3.Lettera del 15 Maggio 2003



Vi ho gia' scritto in merito ad un contratto relativo ad una collaborazione professionale con la societa' Doitnet. Ho versato a garanzia del perfezionamento la somma di 3925 Euro. Adesso mi chiedono 5500 Euro per la conclusione. Il problema e' che a sentire altri "Affiliati" le difficolta' del lavoro oggetto del contratto non saranno minimamente supportate dall'impresa. Tra due anni non riuscire a riprendere nemmeno la meta' dei soldi.
Mi avevate suggerito di trovare un accordo. Mi hanno risposto che erano solamente disposti a ritardare il pagamento. Mi dovrei rivolgere ad un giudice per la risoluzione consensuale. Mi conviene?
Non so a chi rivolgermi. Avete un avvocato a Roma(Chiaramente a pagamento) per simili controversie?
Grazie per la vostra pronta risposta.

Risposta dell'ADUC non e' il nostro settore e comunque riterremmo che prima di andare da un legale dovrebbe provare a comunicare il suo recesso chiedendo l'applicazione della sola penale. In seguito, a seconda dell'importo, potra' rivolgersi al giudice di pace (se entro i 2500 euro di competenza, come penale o come cifra di cui richiederebbe il rimborso) o comunque tentare -sempre davanti al giudice di pace- una conciliazione (e quindi, senza contenzioso e senza legale). Ad ogni modo, su Roma abbiamo un legale convenzionato: avv. Claudio Cerza, 06.37515158.

------------------------------------------------------------ --------------------

4.

Cara Aduc
Alcune delle lettere che ci vengono spedite attraverso Internet e la nostra risposta


Lettera del 21 Aprile 2003



Ho sottoscritto un contratto con la Doitnet come gia' altre volte vi e' stato scritto da parte di altre persone per una affiliazione ad una sorta di contratto di franchising per la costruzione e vendita di siti internet ed altri servizi.
La mia domanda e' questa: sarebbe possibile esercitare il diritto di recesso ai sensi della Legge 50 del 1992, legge che si riferisce ai contratti commerciali stipulati al di fuori dei locali commerciali? Il contratto e' stato sottoscritto presso la mia abitazione ma non credo che si rientri nell'ambito del consumatore quanto piuttosto delle prestazioni professionali.

Risposta dell'ADUC se e' un franchising, non e' un bene di consumo, pertanto non e' applicabile il decreto legislativo n. 50/92. Di conseguenza, la risoluzione del contratto sarebbe possibile solo corrispondendo la penale.

------------------------------------------------------------ --------------------

5.Cara Aduc
Alcune delle lettere che ci vengono spedite attraverso Internet e la nostra risposta


Lettera del 14 Aprile 2003



Sono stato contattato dalla seguente azienda: "DOit promotion s. r. l. Via Finelli 10 -40012-Calderara di Reno (BO) www.doitnet.it" tramite internet. Domani verra' un loro incaricato per un colloquio. La proposta e' interessante ma chiedono dei soldi (non pochi) per l'accesso e per attrezzatura, corsi, etc etc. La cosa mi "puzza" mi potete aiutare.

DOMANDO: NON SAREBBE IL CASO CHE ANCHE L'ADUC INDAGASSE?
Se c'e' una richiesta di aiuto, molte volte lo stesso che chiede aiuto non puo' esporsi!!!
Dobbiamo farlo in anonimato per paura di ritorsioni!
Se non lo fate neanche voi, addio liberta'!
Grazie per quanto farete.

Risposta dell'ADUC l'Aduc non puo' indagare. La ringraziamo per la stima, ma ci sopravvaluta attribuendoci non solo mansioni, ma anche capacita' superiori alle effettive. Inoltre, e' improprio parlare di ritorsioni in questo caso. Certo, se non sono gli interessati a denunciare i fatti, nessun altro puo' farlo: il penale e' una cosa molto personale. E per quanto concerne la tutela del singolo, come vede rispondiamo -sulla base delle poche informazioni forniteci- al meglio di quanto ci e' possibile. Piu' informazioni riceviamo, piu' la casistica viene integrata, e piu' precise saranno le nostre risposte successive.

------------------------------------------------------------ --------------------

6.Cara Aduc
Alcune delle lettere che ci vengono spedite attraverso Internet e la nostra risposta


Lettera del 28 Febbraio 2003



Vi invito a visitare due siti web, ovvero: http://www.doitnet.it/main.htm e
http://www.sitoflash.it/web/home/home.cfm Entrambi promettono a chi diventa loro partner guadagni elevatissimi e/o fissi, anche se necessita un investimento iniziale di Euro 7.850, 00 (Nel caso della Doit) indipendentemente dal fatto che uno abbia o meno gia' tutta l'attrezzatura per svolgere il lavoro proposto.
La cosa che lascia senza parole e' l'assoluta mancanza di informazioni sulla societa', sul capitale sociale, il numero di dipendenti e soprattutto chi siano i loro clienti, credo insomma che sia una truffa che viaggia via web.
Buon lavoro

Risposta dell'ADUC la ringraziamo della lettera, che pubblicheremo in "cara aduc", anche se non ci occupiamo di questioni professionali (quale e' questa).


------------------------------------------------------------ --------------------

7.Cara Aduc
Alcune delle lettere che ci vengono spedite attraverso Internet e la nostra risposta


Lettera del 18 Ottobre 2001



Ho visto che avete già ricevuto richieste riguardo la doitnet.it ("DOit promotion www.doitnet.it") e mi trovo nelle stesse condizioni del tizio che vi ha scritto e a cui avete risposto il 5-Dic-00. A distanza di 10 mesi sapete dirmi qualcosa in più?
grazie

Risposta dell'ADUC siamo spiacenti, ma il signore in questione non ci ha piu' scritto, pertanto non conosciamo gli eventuali sviluppi.


------------------------------------------------------------ --------------------

8.Cara Aduc
Alcune delle lettere che ci vengono spedite attraverso Internet e la nostra risposta


Lettera del 5 Dicembre 2000



Tipo_Form.............CONSIGLI
RICHIESTA.............Sono stato contattato dalla seguente azienda: "DOit promotion s.r.l. Via Finelli 10 -40012-Calderara di Reno (BO) www.doitnet.it" tramite internet. Domani verra' un loro incaricato per un colloquio.La proposta e' interessante ma chiedono dei soldi (non pochi) per l'accesso e per attrezzatura, corsi, etc etc.La cosa mi "puzza" mi potete aiutare.

Risposta dell'ADUC Non conosciamo l'attivita' di questa societa'. Le consigliamo comunque estrema prudenza. Si faccia lasciare il contratto, o ne faccia una fotocopia, e poi lo studi con attenzione. Non firmi immediatamente, al colloquio, ma solo dopo aver studiato attentamente l'offerta.


------------------------------------------------------------ --------------------

D'ACCORDO CHE CHI COME NOI HA PREVENTIVAMENTE SCRITTO A VOI DELL'ADUC PER CHIEDERE CONSIGLIO NON E' IL SOLITO 'ALLOCCO' CHE ABBOCCA A PRIMO ACCHITO, MA GLI ALTRI??? PEGGIO PER LORO DIRETE VOI, MA C'E' ANCHE DA DIRE CHE SE UN'ASSOCIAZIONE DI DIFESA DEI CONSUMATORI COME VOI E COME LE ALTRE, NON SE NE VUOLE OCCUPARE, QUESTI VARI TRUFFATORI - SIA CHE SI CHIAMINO DOITNET O DOIT PROMOTIONS O PINCO PALLINO - HANNO E AVRANNO SEMPRE IL DIRITTO DI TURLUPINARE LA GENTE IMPUNITAMENTE??ANZI AVENDO ANCHE LA LEGGE DALLA LORO PARTE (DIFFAMAZIONE!!!! E LORO COSA FANNO ?? SONO DEI VERI GENTILUOMINI????!!!)

MA POSSIBILE CHE NESSUNO POSSA INTERVENIRE PER FERMARE QUESTE ILLEGALITA' CAMMUFFATE LEGALMENTE??

EVVIVA LA GIUSTIZIA (ITALIANA POI......)

Commenti
|<   <- 391-405/405