Commenti
  1-8/8  
Zamolxis
14 gennaio 2009 0:00
Secondo me il problema non sta nel razzismo ,riguardo a tassa di sogiorno.
Il vero problema secondo me, sta nel fatto che li soldi di questa tassa li deve prendere qualquno vediamo chi:
lo stato,oppure i comuni?forse qui sta la bataglia.
Ragazzi, e da ricordare che permessi di sogiorno sono stati gia tassati tramite le poste una volta,no, forse due volte,e ,il permesso di soggiorno chi la visto?non si sa.
Fate un conto matematico 70 euro per 2 milioni-oppure 3 milioni di stranieri=?
Cazz...quanti soldi !ma dove sono ì soldi ?, visto che li stranieri non hanno permesso di siggiorno?
Sembra un grande afarone.Ideale sarebbe far cambiare il permesso di soggiorno ai stranieri ogni 6 mesi.E poi aumentare la tassa a 200 euro.Be, questo no e razzismo,e un afare.
Ma, un afare in quale guadagnia solo una parte non tutte le due parti (visto che il permesso di soggiorno non ce l'hanno),cioe asomiglierebbe a una presa per i fondeli del'agente che non si puo difendere in alcun modo.Simile alla situazione dei italiani che sono ad un livello sociale inferiore .

So benisimo che non è la colpa degli italiani.
Oggi comme oggi le leggi non si fanno piu con la logica , nel parlamento.Basta publicisare con i media una situazzione (come la tassa di soggiorno che c'è stata sempre, ma che si chiamava marca bollo,oppure pagamento del chit di documenti)transformadola in una cosa politica con fondamenta razzista oppure non razzista(vedi le discuzzioni da pirla dei forumisti),e dal altra parte fregare l'agente .
Tanto Mangascià non riesce a capire dove sarebbe il razzismo che non c'è.

Francesco Mangascià
14 gennaio 2009 0:00
Danilo, infatti io ho parlato di non- razzismo, amenoché non mi prova il contrario..
chissa'
13 gennaio 2009 0:00
chissa'cosa centra mangascia con un argomento intelligente
danilo
13 gennaio 2009 0:00
chissa cosa c'entra il comunismo con mangascià.
danilo
debbian
13 gennaio 2009 0:00
La tassa sul permesso di soggiorno non ha proprio nulla di razzista! Ma si sa he in italia ci dobbimo sempre far riconoscere!
Gianni
13 gennaio 2009 0:00
Chissà cosa c'entra il comunismo con la tassa di soggiorno.
Gianni
Francesco Mangascià
13 gennaio 2009 0:00
Il termine razzismo, ha, purtroppo caratteristiche ben più serie di quello di pagare una tassa..
Red Hat
13 gennaio 2009 0:00
E' la classica stronzata comunista
Commenti
  1-8/8