testata ADUC
Altri 10 articoli così e la telecom italia porterà i libri in tribunale (o la salveranno altri CAImani). E probabilmente anche fastweb...
di Ettore Chiacchio
28 gennaio 2009 0:00
 
Da anni mi batto per Internet libera con connessioni P2P. L'introduzione del WIMAX, specie se saranno confermati i prezzi indicati nell'articolo, E' UN OTTIMO PASSO IN TAL SENSO!

Saranno presto fuori gioco la telefonia fissa (con il VoIP, già più o meno noto) e la telefonia mobile (con il VoIP Wireless ancora semisconosciuto), nonchè

_______

La lenta rivoluzione del WiMax
ora gioca la carta del low-cost
Parte il 2 febbraio il primo operatore con licenza nazionale altre sono già in campo. Per soddisfare chi non ha banda larga. In ballo c'è una piccola fetta della popolazione italiana colpita dal digital-divide. Ed è subito battaglia dei prezzi di ALESSANDRO LONGO

La lenta rivoluzione del WiMax ora gioca la carta del low-cost
DAL 2 FEBBRAIO scende in campo il peso massimo del WiMax, tecnologia banda larga senza fili dalle molte promesse: l'operatore Aria (ex Ariadsl), con offerte a partire da 15 euro al mese, quindi molto aggressive. "Adesso il canone è ancora più economico: 10 euro al mese, in promozione per i primi tre mesi, ma credo che lo lasceremo così definitivamente", dice a Repubblica.it Mario Citelli, amministratore delegato di Aria.

Il suo arrivo è una svolta, nel panorama WiMax, perché è il solo operatore a essersi aggiudicato licenze per una copertura nazionale. Comincia dalla terra natia dell'Umbria, però, su 21 comuni. "Siamo un po' in ritardo sulla copertura, ma nemmeno troppo- dice Citelli. Già a febbraio copriremo qualche comune anche in Puglia, Toscana, Lombardia e Veneto. Dipende da quanto presto riusciremo a ottenere i permessi, per le antenne, dalle amministrazioni comunali".
_______

 
 
FORUM IN EVIDENZA
28 gennaio 2009 0:00
Altri 10 articoli così e la telecom italia porterà i libri in tribunale (o la salveranno altri CAImani). E probabilmente anche fastweb...
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori