testata ADUC
Contratto Infostrada mai richiesto... ma attivato
di Videogames
10 gennaio 2011 9:20
 
Ebbene si. Senza aver richiesto nulla alla Società Wind Telecomunicazioni SpA, mi sono ritrovato loro cliente. Ma partiamo dal principio.
I primi giorni di dicembre 2010 arriva una delle infinite telefonate da parte del call center Infostrada (denominata Wind Telecomunicazioni S.p.A.) dove chiedevano il consenso all'invio di una proposta commerciale che, se di mio interesse, avrei potuto reinviare debitamente sottoscritta per avere l'attivazione del servizio (tengo a precisare che il mio è un numero riservato "totale"). Alla telefonata ha risposto mia moglie che ha dato l'ok alla ricezione della proposta commerciale (e solo a quella). Il giorno 21 dicembre ricevo il plico della Infostrada contenente la "proposta di contratto" da sottoscrivere contenente peraltro dati errati e non corrispondenti ai miei se non per il numero telefonico. Ritenendo l'offerta non interessante ovviamente non reinvio firmato nulla. Il giorno 22 dicembre... sorpresa: non riesco più a navigare su internet. Telefono alla Telecom Italia con la quale ho il servizio di telefonia e internet e mi dicono che non sono più loro cliente ma bensì cliente di infostrada (ma non dovevo reinviare la proposta di contratto sottoscritta per diventare loro cliente?).
Immediatamente invio una raccomandata con ricevuta di ritorno per il disconoscimento del contratto con scritto esplicitamente che non avevo richiesto alcun contratto e che esigevo il rientro immediato in Telecom Italia senza che mi venisse addebitato il costo di rientro. Il 24 dicembre mi perviene un telegramma da parte della Wind Telecomunicazioni SpA che mi informava dell'attivazione della pratica di rientro in Telecom Italia. Il 29 dicembre sono rientrato finalmente in Telecom Italia ma il costo di rientro è di 80,00 Euro e mi dovrà essere rimborsato dalla Wind Telecomunicazioni in quanto detta somma viene addebitata in automatico dal sistema.
Alla data odierna sono ancora senza internet con tutti i disagi che ne conseguono (mediante internet faccio assistenze informatiche e lo utilizzo anche per lavoro)
La cosa per la quale sono rimasto però allibito è che alla mia richiesta per il futuro di ricevere una chiamata di conferma per evitare un eventuale futura situazione analoga mi è stato risposto che non è possibile in quanto il Garante potrebbe multarli.
Possibile che in casi del genere si debba stare ai gesti effettuati da un qualunque operatore che per guadagnare qualche euro di commissione inventi e faccia distaccare persone ignare procurando disagi e disservizi e che la Telecom debba subire senza poter far nulla per salvaguardare i loro clienti?
Tengo a precisare che da quando ho avuto la linea con la Telecom Italia non vi è mai stato un solo minuto di disservizio.
Sono molto amareggiato perchè la stessa identica cosa è successa anche a mio padre e ad una mia carissima amica e anche loro come me hanno dovuto subire questo sopruso.
 
 
FORUM IN EVIDENZA
10 gennaio 2011 9:20
Contratto Infostrada mai richiesto... ma attivato
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori