testata ADUC
ING Direct - problemi apertura conto
di francesca1076
5 giugno 2014 20:03
 
Racconto la mia pessima esperienza a uso e consumo di chi vuole aprire un conto con ING DIRECT. Mi auguro che altri siano (stati) più fortunati...

Ho cercato per circa 2 settimane di attivare il conto. Tre volte il bonifico di attivazione è tornato indietro: solo guardando nelle FAQ (che nessuno è tenuto a leggere, non essendo obbligatorie...) scopro che il primo bonifico non va fatto via home banking ma andando in banca: tutte le volte che ho chiamato il PESSIMO servizio clienti, NESSUNO mi ha detto che dovevo andare presso la filiale della mia banca, come invece ho CASUALMENTE scoperto leggendo le FAQ sul loro sito, dopo che i primi 2 bonifici erano tornati inspiegablmente indietro (e il call center diceva: strano, vedrà che la prossima volta andrà tutto a posto).

Parliamo del servizio clienti: non capiscono quello che dici, perché NON ASCOLTANO cosa il cliente dice! Non stanno proprio a sentire e ti parlano sopra! Questo è capitato a me quasi tutte le volte che ho chiamato! Ho dovuto alzare il tono di voce per farmi sentire e "sgridare" gli operatori perché tacessero e ascoltassero! Parlano a macchinetta, recitando a memoria la procedura! "Lei ha fatto questo? Lei ha fatto quell'altro?".

In particolare racconto della telefonata del 4 giugno 2014 con una operatrice del call center, maleducata e per nulla disponibile. Come detto prima, voleva parlare solo lei, non mi ascoltava per nulla (ho un problema, vuoi sentire qual è o tiri a indovinare???), ho alzato la voce perché tacesse e ho fatto presente che il giorno prima avevo fatto un bonifico, il terzo, appunto: mi ha risposto "NO, LEI L'HA FATTO LA SETTIMANA SCORSA". Ma siamo matti??? Chiamo una banca e mi risponde così?

Ho insistito - più volte - e precisato che avevo il numero di CRO sulla disposizione di bonifico rilasciatami da BNL e che avevo fatto il bonifico, appunto, in agenzia. Non mi ascoltava e andava a ruota libera, poi a un certo punto si è fermata e ha detto: "L'ha fatto in agenzia?". Ho risposto: "E' quello che sto dicendo dall'inizio". Lei: "Attenda un attimo". Dopo un paio di minuti: "Ma in quale filiale?". Io: "Una filiale BNL di Firenze, vuole sapere esattamente quale?" (mentre mi chiedevo a cosa le potesse servire questa info). Lei: "Ah! Non una nostra filiale?". Che vuol dire questa risposta? Che non mi aveva ascoltato neanche un po'! Perché più volte avevo detto AGENZIA BNL.

Insisto ancora (perché è tutto un insistere...) perché controlli e "magicamente" appare sul suo schermo del paese delle meraviglie il suddetto terzo bonifico! Direte: allora stavolta tutto ok! NO!
Alla signora risultava la causale sbagliata (per la precisione un solo numero, il 5, cosa successa ad altre persone che hanno riportato l'esperienza su internet).

Le ho fatto presente che sulla suddetta disposizione di bonifico la causale era correttissima (cioè era per intero il mio codice cliente, come da istruzioni date da loro e presenti sul sito alla pagina di attivazione del conto).
Cosa ha avuto il coraggio e la faccia tosta di rispondere questa signora? Che NON ERA COME DICEVO IO. Roba da chiodi! Sono cose che ti lasciano senza parole!!!
Ma dove li hanno pescati questi operatori? Con quale processo di selezione?

Ha poi aggiunto che dovevo mandare via email anche la scansione della patente, perché quella della Carta di identità NON bastava. Dov’è scritto? DA NESSUNISSIMA PARTE! Se è la procedura, SCRIVETELA E ANCHE IN MODO EVIDENTE!!! Ci vuole tanto???
Ha infine specificato che, fatto questo, il sistema mi avrebbe riconosciuto e il bonifico sarebbe automaticamente entrato sul conto.

Ho mandato dopo circa 2 ore (quando cioè ho potuto farlo): scansione fronte/retro della patente, scansione fronte/retro della carta di identità (perché ormai non mi fidavo più) e scansione della disposizione di bonifico della BNL, cosicché risultasse evidente che la causale era corretta.

Com'è finita? Che il bonifico è andato automaticamente nel CONTO corrente, quello però di PROVENIENZA, da cui il giorno prima era uscito! (Almeno i soldi sono tornati indietro, perché ho letto commenti di persone che si sono ritrovate con conto non aperto e bonifico bloccato!!!).

Quindi era una balla colossale che una volta mandata la patente tutto sarebbe stato un fantastico automatismo.

Sono veramente scandalizzata dalla mia esperienza con ING Direct/Conto Corrente Arancio.

Dopo che ho visto che anche il terzo bonifico era stato respinto, li ho chiamati per dire che non avrei fatto ulteriori tentativi e che quindi non avrei aperto più il conto, specificando che NON E' UNA BANCA SERIA una banca che ha un call center così scarso e incapace e un sito internet in cui le informazioni o non ci sono o te le devi andare a cercare cliccando un po' qui e un po' lì! E parliamo di una banca online, che a norma e regola proprio su internet dovrebbe funzionare e vivere!

E anche all'interno del kit che ho ricevuto non c'era scritto che dovevo fare il bonifico in agenzia e non in home banking, e neanche che dovevo mandare scansione della patente!

Perché sia chiaro con chi è in concorrenza ING Direct (anche qui esperienza personale):

Tempo di apertura conto Fineco? Meno di una settimana, ricezione bancomat/carta di credito e pin inclusa!

Tempo di apertura conto Hello Bank? Circa 10 giorni, tutto compreso. Come hanno fatto il riconoscimento? Con una videochat! In occasione della videochat ho mostrato la patente, loro hanno fatto uno screenshot dello schermo, e la cosa è finita lì. Avanguardia!

Consiglio a ING Direct:
1) licenziate chi è al call center. Non ne ho beccato uno dico uno in grado di dare risposte sensate e risolutive.
2) cambiate il fornitore dei vostri sistemi informatici: leggendo su internet le tante critiche, dovreste avere capito abbondantemente che i problemi ci sono!!! La gente deposita i propri risparmi sui vostri conti, non noccioline!!!
3) adottate criteri veloci per l'apertura del conto, perché non è accettabile passare quello che ho passato io o tanta gente come me: su uno a cui va bene, altri nove si dannano l'anima! E c'è gente che ha buttato mesi per avere per esempio un bancomat funzionante, li leggete i commenti in giro? Alla fine ho buttato solo un paio di settimane e € 4,50 per il terzo bonifico (che secondo me sarebbe corretto riavere da ING Direct, perché hanno fatto un gran bel casino e non sono stati in grado di gestire un'apertura conto!!!), ma almeno i soldi li ho riavuti!

Ho fatto 3 tentativi e sono tutti falliti. Mia nonna dice: la prima si perdona, la seconda si condona, ma la terza si bastona! E così il conto io non l'ho aperto più!
 
 
FORUM IN EVIDENZA
5 giugno 2014 20:03
ING Direct - problemi apertura conto
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori