testata ADUC
Libro di Toaff scomparso dal mercato libraio
di copia/incolla
15 febbraio 2007 0:00
 
Libro di Toaff scomparso dal mercato libraio

A questo punto faccio veramente enorme fatica a comprendere tutto ciò..

In questi giorni sono stata in ben 8 librerie e in tutte mi è stato detto che avevano appena finito tutte le copie del libro. Era andato a ruba, era esaurito e quindi era in già ristampa per una seconda edizione.. In appena 6 gioni dalla sua uscita sul mercato

La sensazione che in soli 6 giorni fossero già esaurite tutte le sue copie mi venne improvvisa e tempestiva quel forte dubbio che questo libro possa in realtà esser stato ritirato apposta dal mercato libraio..

Scrissi sul forum del corriere della sera e sul forum dell'aduc, oltre che qui da voi, e in alcuni forum sono stata attaccata brutalmente da alcuni, per aver riportato sensazioni mie personali accusandomi di scrivere in malafede con l'intento di accendere focolai inutili... ..

... e tutto questo solo per aver detto di aver quella sensazione che questo libro fosse stato ritirato APPOSTA da tutte le librerie.

Eppure con la notizia data ieri sera sul TG2 di RAI2 e con questo articolo di oggi sul corriere della sera, tutto fa pressupporre che la mia sensazione era ESATTA a conferma delle mie supposizioni iniziali scritte nei vari forum che solitamente frequento..

In ogni caso, ora, non capisco proprio come mai, Toaff, ha avuto questo improvviso cambio di rotta...

NON CAPISCO ...

Perchè Toaff non c'aveva pensato prima a tutte le conseguenze che avrebbe comportato la pubblicazione del suo libro ?? ... Perchè ritirarlo così all'improvviso e farci passare tutti noi come dei meriti idioti ??

Vi riporto per intero l'articolo apparso oggi sul corriere della sera

fonte: www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/02_Febbraio/14/ari ...



------------------------------------------------------------ --------------------
«Mi scuso con quelli che sono stati offesi»

Ariel Toaff: «Fermo pubblicazione del libro»

Lo storico chiede alla casa editrice di bloccare la diffusione del discusso «Pasqua di sangue»

TEL AVIV - Ariel Toaff ha chiesto alla casa editrice «Il Mulino» di bloccare la pubblicazione del libro «Pasqua di sangue». In un comunicato diffuso dall'università Bar Ilan di Tel Aviv, lo storico si è scusato con «tutti coloro che sono stati offesi dagli articoli e dai fatti distorti attribuiti a me e al mio libro». Nel comunicato - riprodotto dall'edizione elettronica Ynet del quotidiano Yediot Ahronot - Toaff, docente di storia della Bar Ilan, ha spiegato di volere «rielaborare quei passaggi che hanno dato spunto ad alcune distorsioni». Una decisione presa dopo le numerose polemiche suscitate dalle tesi di Toaff sulle crocifissioni di infanti alla vigilia di Pesach e sull'uso di sangue cristiano quale ingrediente del pane azzimo consumato nella festa.

RINCRESCIMENTO - Lo storico ha inoltre annunciato che devolverà i proventi della vendita del libro alla 'Anti Defamation Ligue', l'organizzazione ebraica di New York che combatte gli episodi di anti-semitismo, esprimendo «profondo rincrescimento per le interpretazioni errate attribuite a me o al mio libro che feriscono il popolo ebraico». «Ho assunto questi passi - ha scritto nel comunicato Toaff - per prevenire un ulteriore uso distorto del mio libro per la propaganda anti-semita».

15 febbraio 2007
 
 
FORUM IN EVIDENZA
15 febbraio 2007 0:00
Libro di Toaff scomparso dal mercato libraio
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori