testata ADUC
MARO': TERZI VADA IN INDIA E CHIARISCA IN LOCO E DI PROPRIA PERSONA OGNI DIVERGENZA
di francescomangascia
19 marzo 2013 19:47
 
Il presidente della Corte suprema indiana, Altamas Kabir, relativamente alla vicenda dei marò, in udienza, si è pubblicamente domandato se il nostro ambasciatore in India, Daniele Mancini, fosse persona d’onore come Bruto e, si è pure indispettito al punto tale che, quando il Procuratore generale G.E. Vahanvati ha usato il termine onore per illustrare delle note verbali della nostra ambasciata a Delhi, ha interrotto il Procuratore dicendogli:- “Non pronunci per favore la parola ‘onore’– perché questo mi ricorda l’attributo di ‘uomo d’onore’ che Antonio ha utilizzato per Bruto nel ‘Giulio Cesare’ di Shakespeare - . Al punto in cui siamo arrivati io credo che, invece di parlare a distanza, Giulio Maria Terzi di Sant'Agata, conosciuto anche come Giulio Terzi, attuale Ministro degli Affari Esteri del governo Monti dovrebbe prendere il primo aereo, e recarsi a Delhi a sostenere l’ambasciatore, testimoniando in loco e in propria persona i motivi per cui l’Italia non ha mantenuto i patti. Differentemente Daniele Mancini, non è più un Bruto ma veramente un Giulio Cesare al cospetto di idi di Marzo che lo hanno consegnato incoscientemente al disonore, standosene comodamente in pantofole a casa e naturalmente pure a distanza.
Francesco Mangascià
Fonte
sul Giulio Cesare..

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/19/maro-ue-limitare- liberta-ambasciatore-italiano-e-violazione-del-diritto-inter nazionale/535173/
 
 
FORUM IN EVIDENZA
19 marzo 2013 19:47
MARO': TERZI VADA IN INDIA E CHIARISCA IN LOCO E DI PROPRIA PERSONA OGNI DIVERGENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori