testata ADUC
Parabole al telefono
di Zio er metico
20 settembre 2006 0:00
 
(Per telefono)

Ciao Bambino,
vorrei raccontarti una "parabola", la cui origine non è italiana e nemmeno europea.
"Un padre picchiava il proprio figlio, rimproverandolo a dovere per non aver fatto né essersi comportato come gli era stato comandato mentre il figlio, opponendosi come poteva, sosteneva calorosamente le sue motivazioni.
Passava di li un uomo che, mossosi a compassione nei confronti di quel figlio si intromise col proposito di difenderlo dalla foga del padre.
I due parenti furono alquanto disturbati da codesta intrusione ma l'uomo, non mortificandosi, fu costretto alla fuga, avendo sia il padre che il figlio, preso due nodosi tortori onde aver ragioni più convincenti per costringere l'intruso alla ritirata."

Tu mi chiederai:"Zio, mi spieghi la parabola?"
Bene.
In parole povere, il figlio siamo noi, il popolo, mentre il padre è la nostra cultura, tradizione ed etica. Il terzo incomodo è qualcuno che dal di fuori, per una qualsiasi ragione - non ultimo, profittando della deriva del figlio - si frappone dettando le proprie regole.

Questo è quello che sta accadendo in questi giorni di questa nostra bellissima epoca di resoconti storici!

Ciao, Bembino, presto ti vengo a trovare.

Ps.: con piena vostra libertà e scusandomi per l'apertura di un nuovo tema profittando del server dell'ADUC, proporrei di dire la vostra a riguardo, nella sezione - che ritengo sia di gran valore - della Festa della Mamma. Ancora saluti cari a tutti.
 
 
FORUM IN EVIDENZA
20 settembre 2006 0:00
Parabole al telefono
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS