testata ADUC
rateizzazione delle tasse : quali criteri scelgono ?
di LuciaV
25 maggio 2011 12:45
 
Credo possa essere di interesse di molti quanto vado a segnalare, soprattutto perchè evidenzia un notevole disagio che, purtroppo, temo di non essere la sola a stare vivendo.
Così spero possa contribuire affinchè qualcosa in merito, e ovviamente in meglio, si possa fare, per evitare di mandare le persone a gambe all'aria.

Mi è arrivata una cartella dall'agenzia delle entrate di 450,00 € relativa a tasse del 2009 che, per mio errore, non ho pagato.
Tuttavia quest'anno sto affrontando una crisi economica un po tanto pesante, e così ho richiesto una rateizzazione di almeno 3 rate.
In questo modo avrei potuto diluire i 450,00 € in 3 rate da 150,00 € entro l'anno, e soprattutto sarei riuscita a pagare la prima in scadenza adesso.
Bisogna dire che queste cartelle pretendono un pagamento entro il mese di ricezione altrimenti la sanzione passa dal 10 % al 30% !

Scopro che, se gli importi delle cartelle superano i 2000,00 €, la richiesta di rateizzazione può essere fatta direttamente dal sito dell'agenzia delle entrate, è
concessa senza problemi fino a 20 rate trimestrali. quindi fino a un periodo di 4 anni !
Ma per importi inferiori a 2000,00 €, quindi per contribuenti che pagano regolarmente le tasse e sono sostanzialmente precisi, bisogna presentare una richiesta scritta all'agenzia di riferimento, bisogna pagare il bollo di 15,00 € (sovraccaricando ulteriormente i costi), bisogna documentare il disagio economico in cui ci si trova, dovrò pagare il commercialista che mi sta seguendo in questa pratica.
Detto ciò, ho dimostrato all'agenzia che il mio conto in banca è in rosso (sto utilizzando il fido di cassa e sono già al limite, avendo a disposizione 300,00 €) e che ho un mutuo della casa con rate mensili di 700,00 € e che quindi ho effettivo bisogno di rateizzare.

La gentile concessione dell'agenzia di Camerino è stata : 2 rate da 225,00 € ! e così io non so come accidenti pagare la prima !

Vorrei proprio sapere con quale criterio stabiliscono le modalità di rateizzazione.
E vorrei proprio sapere perchè agli enormi evasori fiscali si concedono sconti di miliardi (mi viene in mente con angoscia lo scudo fiscale ! ai super ricchi con i capitali all'estero ha richiesto il 5 % tra tasse, sanzioni e interessi, e concesso anonimato e sanatoria praticamente totale !! mentre per i comuni mortali, solo di tasse, si parla del 50 % ) e invece con chi è in reali e serie difficoltà il fisco è inesorabile.
Si badi che non sono affatto contro le tasse, perchè sono assolutamente convinta che solo sostenendo il bene comune si può vivere decentemente nella società e non ho mai approfittato degli escamotage tipici per ridurre il prelievo fiscale (tanto per dare un esempio: i soldi alle società sportive !)

Ma non è ora di fare basta con questi soprusi ?
 
 
FORUM IN EVIDENZA
25 maggio 2011 12:45
rateizzazione delle tasse : quali criteri scelgono ?
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori