testata ADUC
TIM= Truffatori Incalliti e Mangiasoldi?
di ugo8345
31 marzo 2010 17:23
 
Il codice penale (art. 640) definisce truffatore "Chiunque, con artifizi o raggiri, inducendo taluno in errore, procura a sè o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno".
Credo che TIM rientri perfettamente in tale fattispecie. Sono passato alla Vodafone circa dieci anni fa, dopo che TIM si rifiutò di restituirmi un importo (cento mila lire o cento euro non ricordo) accreditato erroneamente tramite bankomat sull'utenza di una sconosciuta. Certo: l'errore fu mio, ma se me ne accorgo subito, ti telefono e ti chiedo di toglierlo a chi l'ha ingiustamente incassato sulla propria linea e di ridarmelo, non mi puoi dire: fattelo restituire dalla persona a cui l'hai accreditato. Ci provai e telefonai alla sconosciuta signora di Salerno beneficiaria della mia "donazione". La signora mi disse: senz'altro. sto ancora aspettando. Ho richiamato e scritto pure a TIM: non ci fu nulla da fare e, vista l'impudenza di questi signori, decisi di cambiare gestore.

Poco tempo fa, ci sono incautamente ricascato. L'anno scorso, mio padre ha acquistato una chiavetta per navigare in Internet per il solo mese di agosto, così me la sono fatta prestare e ho aderito all'offerta maxi Alice 30 ore di navigazione, cinque euro per l'attivazione e dieci euro al mese. A marzo verso i dieci euro mensili in ritardo, utilizzo la connessione, ma dopo poche ore non funziona più. Mi collego a TIM on line da un'altra connessione per capire che cosa sia successo. Scopro che Maxxi Alice 30 non è stato riattivato e che TIM mi ha bruciato tutto il credito con la tariffa a tempo (1 euro a quarto d'ora). Un po' incazzato, cerco di capire come fare a disattivare la funzione mangiasoldi: "si può disattivare da WEB, inviando un SMS con DATI OFF al 40916 oppure chiamando il CC119". Provo a inviare l'sms, ma l'invio non riesce.

Sfogliando i servizi TIM vedo che c'è una nuova offerta: Internet 40 ore (anziché le 30 dell'offerta precedente)a 9 euro al mese, così la sottoscrivo via internet, dopo aver effettuato una ricarica di 30 euro tarmite banca, convinto così di pagare il servizio Internet 40 per almeno due mesi (prima volta 9 euro più cinque per l'attivazione, totale 14 euro, poi 9 euro al mese). E lì per lì sembra che io abbia interpretato correttamente: dal traffico residuo di 21 euro e 70 si evince che in effetti Maxxi Alice 30 non c'è più a favore di Internet 40. Invece, il giorno dopo scopro che il mio credito residuo è sceso a soli 6 euro e 70 e che mi è stato ricaricata anche l'offerta Alice 30 ore (15 euro, di cui 5 per la riattivazione). Morale: ho 70 ore a disposizione per un mese che non mi servono affatto.

Ricapitolando, nella schermata 119 self service, tra le offerte attive mi compare: Maxxi alice 30, senza possibilità di disattivazione on line, Internet 40 con possibilità di disattivazione, e Internet a tempo con la possibilità di disattivazione secondo le modalità che ho indicato sopra. Ancora più incazzato, telefono al 119 per farmi annullare l'offerta Maxxi alice 30 e farmi riaccreditare l'importo su Internet 40. Dal balletto con le solite ragazzette apprendo che non si può fare niente: la mangiasoldi, appena ha visto i trenta euro s'è fregata tutto quello che poteva. Così ho chiesto di esercitare il diritto di recesso dall'ultima offerta alla quale ho aderito, vale a dire da Internet 40, e di ottenere il rimborso. Niente da fare: tale Maria del 119 mi dice che non mi più riaccreditare alcunché, tantomeno mi può disattivare la tariffa Internet a tempo.
E allora, non siamo forse in presenza di "artifizi o raggiri"?
 
 
FORUM IN EVIDENZA
31 marzo 2010 17:23
TIM= Truffatori Incalliti e Mangiasoldi?
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori